Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • “Uno di meno”, Pd vuole censura commenti Fb agenti penitenziari

colonna Sinistra
Mercoledì 18 febbraio 2015 - 17:44

“Uno di meno”, Pd vuole censura commenti Fb agenti penitenziari

Parlamentari a Orlando:inaccettabile sindacato che celebra suicidio
20150218_174429_153F4A86

Roma, 18 feb. (askanews) – Il Pd chiede chiarezza sul commento “uno di meno” con correlati apprezzamenti apparso sul profilo Facebook del sindacato di polizia penitenziaria Alsippe, a corredo della notizia di un nuovo detenuto suicida.

“I commenti pubblicati sulla pagina Facebook del sindacato di polizia penitenziaria Alsippe – affermano in una interrogazione i senatori del Pd Roberto Cociancich, Laura Cantini ed Andrea Marcucci- sono inqualificabili. Bene l’indagine interna avviata dal Dap, il ministro Orlando intervenga con urgenza. Ci chiediamo se i post in questione siano stati scritti da agenti in servizio e nel caso se non sia necessario valutare sanzioni. Aspettiamo che i rappresentanti di Alleanza sindacale Polizia Penitenziaria siano ascoltati- sottolineano i parolamentari dem – per capire la loro posizione. Le parole usate sul social network, a poche ore dalla morte del detenuto Ioan Gabriel Barbuta, sono barbare e spregevoli. Vorremmo sapere se i commenti in libertà espressi su Facebook siano in qualche modo riconducibili alla posizione della sigla sindacale”.

“Bisogna fare chiarezza – ha fatto eco il responsabile sicurezza del Pd Emanule Fiano- suicommenti apparsi su Facebook relativi al suicidio di undetenuto nel carcere di Opera. Se confermati sarebberoestremamente gravi, una offesa inaccettabile. In merito hopresentato una interrogazione al ministro della Giustizia suquali iniziative intenda intraprendere per accertare ilreale andamento dei fatti e nel caso come intenda procederese dovessero essere individuate precise responsabilità”.

“Di fronte all’incredibile notizia di alcuni commenti assurdi e inaccettabili che sarebbero stati fatti in seguito al suicidio di un detenuto nel carcere di Opera – ha reso noto il capogruppo Pd in commissione Giustizia alla Camera Walter Verini- il gruppo del Pd alla Camera ha chiesto al ministro della Giustizia di fare piena luce su quanto comparso in un gruppo su Facebook riferito a un sindacato di agenti”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su