Header Top
Logo
Venerdì 24 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Rifiuti: M5S, aziende al collasso con Sistri. Contratto Selex da rifare

colonna Sinistra
Mercoledì 28 maggio 2014 - 18:49

Rifiuti: M5S, aziende al collasso con Sistri. Contratto Selex da rifare

(ASCA) – Roma, 28 maggio 2014 – ”Nessun collaudo ufficiale,il segreto di Stato apposto senza motivo, migliaia di impresenel panico per un sistema che ancora non funziona a dovere:tutto questo e’ il Sistri (Sistema per il tracciamento deirifiuti, ndr) affidato senza gara alla Selex di Finmeccanica.

Non lo diciamo noi ma l’Autorita’ per la vigilanza suicontratti pubblici”. Lo affermano i deputati dellacommissione Ambiente del Movimento 5 Stelle che hannopresentato un’interrogazione a risposta orale, chiedendo:”E’ arrivato il momento di mettere in discussione questoapparentemente indissolubile sodalizio tra il ministerodell’Ambiente e un’azienda anche implicata in vicendegiudiziarie?”.

”Il Ministero sin dalle prime fasi ha avuto rapportiesclusivamente con la SELEX bypassando qualunque tipo dirapporto con altre imprese – scrivono i deputatipentastellati – Il contratto tra Selex e Ministero scade il30 novembre tutte le criticita’ sollevate dall’Authority nonmettono in dubbio questo rinnovo?”. Nell’interrogazione i deputati hanno chiesto al Ministro:”Considerato che il contratto e’ in scadenza al 30 novembre2014 e ad oggi non risulta essere stato rinnovato nei terminiprevisti, non e’ necessario e urgente avviare una nuovaprocedura di affidamento rispettando quanto previsto nelcodice degli appalti con meccanismi che garantiscanotrasparenza e legalita’? Occorrerebbe tra l’altro prevedereanche l’applicazione di nuove e piu’ efficientitecnologie”.

Inoltre il M5S chiede di poter avere chiarimenti sulverbale di collaudo che era stato fornito e che secondol’Autority non e’ mai stato emesso. com-sgr/cam/bra

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su