Header Top
Logo
Mercoledì 22 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Istat: Boldrini, fa ottimo lavoro. Garantire sua indipendenza (1 upd)

colonna Sinistra
Mercoledì 28 maggio 2014 - 12:42

Istat: Boldrini, fa ottimo lavoro. Garantire sua indipendenza (1 upd)

(ASCA) – Roma, 28 mag 2014 – L’Istat ”ha svolto e continua asvolgere un prezioso lavoro di sostegno all’attivita’parlamentare, non facendo mai mancare il proprio apporto diconoscenza e di analisi. Per preservare questo ruolo di altaconsulenza verso il Parlamento e gli altri organi politici e’fondamentale continuare a garantire all’Istituto distatistica la piu’ completa indipendenza rispetto ad ognitipo di condizionamento”. Lo afferma la presidente dellaCamera, Laura Boldrini nel suo intervento alla presentazionedel Rapporto annuale dell’Istituto di statistica. Secondo la presidente ”e’ proprio grazie alla suaindipendenza che, in un Paese come il nostro ad altaconflittualita’ politica, l’Istat ha saputo guadagnarsiquella reputazione di attendibilita’ e di rigore che gliviene oggi universalmente riconosciuta. Rappresenta per noiun grande riferimento. Altrettanto importante – dice Boldrini- e’ il fatto che l’Istituto sia inserito nel sistemastatistico europeo, quale ulteriore garanzia di oggettivita’e di accuratezza scientifica”.

L’Istat ha dimostrato negli anni, continua Boldrini, ancheuna ”continua capacita’ di innovazione che e’ statarecentemente espressa nella messa a punto – in collaborazionecon il CNEL – del BES, la misura dello stato di benessereequo e sostenibile del Paese. Una iniziativa – spiega – chenasce dalla giusta convinzione che i parametri per definireil grado di progresso della societa’ non possano essere soloquelli di ordine economico e che occorre prendere inconsiderazione altri fattori, come la qualita’ dei servizisociali, la tutela ambientale, la conciliazione dei tempi dilavoro e di vita delle persone. Si tratta di aspetti che ciaiutano a capire, al di la’ dei numeri del PIL, il vero statodi salute della comunita’ nazionale e le reali prospettivedella nostra societa”’. Il Rapporto Istat, rileva Boldrini, e’ un ”grande libroaperto sulle maggiori questioni di carattere economico,politico e sociale che attendono una risposta da parte delleforze politiche e delle istituzioni democratiche. Una fontedi dati che disegna con precisione il profilo dell’Italia dioggi. Trovo molto opportuna la scelta, fatta nel Rapporto, diconfrontare sistematicamente i dati italiani con quelli deglialtri partner dell’Unione europea. Ho sempre ritenuto questol’approccio migliore per analizzare i tanti problemi che viveil nostro Paese: pensarli all’interno del piu’ ampioorizzonte europeo e internazionale. E questo e’ tanto piu’necessario all’indomani dell’elezione del nuovo Parlamentoeuropeo e alla vigilia del semestre italiano di presidenzadel Consiglio dell’Unione”. fdv

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su