Header Top
Logo
Martedì 25 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Europee: Vendola, avviso a naviganti ombre nere nazionalismo

colonna Sinistra
Lunedì 26 maggio 2014 - 16:22

Europee: Vendola, avviso a naviganti ombre nere nazionalismo

+++Il leader di Sel: ”Il risultato di Alexis Tsipras inGrecia e’ un dato straordinario+++.
(ASCA) – Roma, 26 mag 2014 – ”Dobbiamo innanzitutto guardareallo scenario europeo e a tutte le ombre nere che si sonoassiepate nel cielo del Vecchio Continente. I dati deinazionalisti, dell’estrema destra, degli euroscettici sonoinquietanti: e’ un avviso ai naviganti. Se si continua con lepolitiche dell’austerity si spacchera’ il cuoredell’Europa”. Lo afferma Nichi Vendola, presidente diSinistra Ecologia Liberta’, parlando con i cronisti aMontecitorio. ”Il risultato di Alexis Tsipras in Grecia e’ un datostraordinario – prosegue il leader di Sel – che rappresentadavvero l’idea che c’e’ un’alternativa all’onda nera emelmosa del populismo: e’ l’idea per cui l’Europa esiste see’ la difesa dei diritti di liberta’ e dei diritti sociali.

In Italia chi ha sostenuto l’altra Europa con Tsipras non hapiantato una bandiera, sono convinto che sia stato piantatopiu’ di un seme. Non possiamo che essere soddisfatti, in cosipoco tempo, con cosi tanta disattenzione dei media e’ statoraggiunto un risultato importante Peraltro la partita eraparticolarmente complicata: da una parte la polarizzazionedella contesa politica aspra tra Grillo e Renzi haschiacciato la competizione elettorale. Ha funzionato poi unrichiamo al Pd come garanzia democratica quando le parole inliberta’, ubriache, alterate hanno evocato mostri incarnatinell’attualita’ e hanno superato ogni limite. Grillo haspaventato l’opinione pubblica, quel vocabolario infetto,quel vocabolario da licantropo e’ un problema per laconvivenza . E l’opinione pubblica ha voluto dare una lezionea Grillo: la politica e’ innanzitutto un uso sobrio delleparole. Le parole come lapidazione, come denigrazione sonoproprie di un codice di intolleranza che fa male allademocrazia”. ”Renzi ha goduto poi del fatto di non esseresovrapponibile a Monti, a Letta, alle politiche di massacrodel welfare che abbiamo conosciuto in questi ultimi anni, eche il Pd ha condiviso in toto. Con un Renzi che nonrapppresentava il rendiconto di cio’ aveva fatto il suopartito negli ultimi anni e che gli ha permesso diintercettare un’attesa di speranza e di cambiamento. Ma oraquesto straordinaria domanda di cambiamento, questa speranzache si e’ riversata su di lui, Renzi la deve giocare percambiare davvero le politiche in Europa, altrimenti non sipotra’ pensare di aver cambiato musica davvero. Il voto europeo chiede ora all’Europa – conclude Vendola – diuscire dalla palude delle politiche dell’austerity, come ciinsegna il voto francese o greco: quando la sinistra diventacomplice della destra nelle politiche di impoverimento lasinistra si schianta”. red/vlm

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su