Header Top
Logo
Venerdì 24 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Strage Capaci: Crocetta, non lasciare soli magistrati e poliziotti

colonna Sinistra
Venerdì 23 maggio 2014 - 16:08

Strage Capaci: Crocetta, non lasciare soli magistrati e poliziotti

(ASCA) – Palermo, 23 mag 2014 – Della strage di Capaci di 22anni fa resta una ”memoria indelebile” che deve oggiindurci a ”perseguire un’azione antimafia che non lasci solii magistrati e i poliziotti”.

Lo scrive in una nota il presidente della regione Sicilia,Rosario Crocetta, sottolineando di non aver preso oggi partealla tradizionale commemorazione dell’anniversario dellamorte del giudice Falcone, nell’aula bunker del tribunale diPalermo, perche’ ”in preda a forti dolori”. ”Oggi – scrive Crocetta – e’ il giorno della memoria, diuna delle stragi piu’ efferate dal dopoguerra, il giornodella memoria e del ricordo. Memoria indelebile a chi ha datola vita per tutti noi, ma anche monito a continuarequell’impegno, a fare sempre di piu’. Contro quelle mafie chesi sono evolute e trasformate, fino a divenire sistema dipotere in molti campi della vita sociale e pubblica”. Il capo della giunta siciliana sottolinea che ”oggi e’venuto il momento di perseguire un’azione antimafia che nonlasci soli i magistrati e i poliziotti, quella che ci vieneproposta da tanti imprenditori che denunciano, dagli uominiche dentro e fuori le istituzioni, combattono una piovra avolte divenuta invisibile. Ecco – afferma Crocetta – la mafiae’ invisibile, quella che ricicla denaro, gestisce affari elo fa in silenzio, bloccando ancora lo sviluppo dell’isolapiu’ bella del mondo”. Crocetta esprime, dunque ”la consapevolezza che nessunoe’ piu’ grande di chi ha dato la propria vita per gli altri eche nessun sacrificio e nessuna sofferenza, sono paragonabilia quella vissuta da quegli eroi e dai loro familiari. Nelgiorno di Falcone, voglio affermare che saro’ sempre insiemea loro, con la convinzione che la loro lotta non e’riconducibile solo al passato ma anche a un presente semprevivo e attuale, come sono vivi e attuali Giovanni Falcone,Francesca Morvillo, Antonio Monitinaro, Rocco Dicillo e VitoSchifani, eroi di Sicilia e d’Italia”, conclude ilpresidente siciliano.

com-stt/sam/ss

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su