Header Top
Logo
Giovedì 22 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Universita’: Zaia a Giannini, resta aperta questione borse di studio

colonna Sinistra
Mercoledì 21 maggio 2014 - 13:50

Universita’: Zaia a Giannini, resta aperta questione borse di studio

(ASCA) – Venezia, 21 mag 2014 – ”Che il ministro Gianninivenga a Padova, sede di una delle piu’ prestigioseUniversita’ d’Italia e culla dell’insegnamento delle scienzemediche da tempi immemori, a confermare cio’ che dico danovembre 2013, e cioe’ che vanno aboliti numero chiuso e testd’accesso stile lotteria a Medicina, per far posto ad unasevera selezione meritocratica, costituisce da parte sua unimpegno forte. Ora pero’, tra il dire e il fare non va messodi mezzo il mare. Bisogna solo fare, presto e bene, perrendere attiva questa riforma gia’ dall’anno scolasticoprossimo”. Con queste parole il Presidente della Regione delVeneto, Luca Zaia, commenta le dichiarazioni fatte oggi dalMinistro dell’Istruzione Stefania Giannini a Padova, amargine di un incontro elettorale.

”Peccato – aggiunge il presidente del Veneto – che si siascelto il momento di votare per condividere con noi questabattaglia di equita’. Il futuro dei nostri giovani, di quelliche saranno i medici di domani, e che, almeno per quel che ciriguarda, avranno la missione di mantenere e innalzare illivello scientifico e qualitativo della nostra sanita’, vaben oltre il contingente momento elettorale e riguarda iprossimi decenni. Mi auguro – conclude il Governatore – che,passato il momento delle crocette sulla scheda elettorale,non torni in auge quello delle crocette su test d’ingressoumilianti, inutili, ridicoli nel contenuto e discriminantinegli effetti”.

”Mi spiace invece – aggiunge il presidente – non aversentito una parola sulla questione delle borse di studio pergli specializzandi, dopo che il Veneto ha ottenuto dallaConsulta il via libera ad assegnare quelle finanziate dallaRegione a studenti residenti o comunque iscritti alle nostreUniversita’. Una vittoria che apre un capitolo nuovo erilevantissimo rispetto all’autonomia universitaria che cispetta: non solo le borse finanziate dalle Regioni, ma anchequelle statali andrebbero gestite alla stessa maniera eandare a sostegno dei giovani medici che si sono formati sulterritorio e intendono dare a quel territorio il lorocontributo di entusiasmo e professionalita’ nel futuro”.

fdm/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su