Header Top
Logo
Martedì 27 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Trasporti/Camera: Tpl, dopo indagine conoscitiva si esaminano interventi

colonna Sinistra
Venerdì 16 maggio 2014 - 13:43

Trasporti/Camera: Tpl, dopo indagine conoscitiva si esaminano interventi

(ASCA) – Roma, 16 mag 2014 – Alla luce delle considerazioniemerse dal documento conclusivo dell’indagine conoscitiva sultrasporto pubblico locale approvato l’8 aprile, lacommissione Trasporti della Camera ha avviato l’esame dellapdl 2313 ‘Modifiche all’articolo 16-bis del decreto-legge 6luglio 2012, n. 95, convertito, con modificazioni, dallalegge 7 agosto 2012, n. 135, per il rilancio, ilmiglioramento e l’incremento dell’efficienza del trasportopubblico locale’ che contiene i primi interventi nelsettore.

A spiegare i contenuti del testo, il presidente della nonacommissione Michele Meta, firmatario della proposta di leggeche punta ad avviare subito un confronto sulle modifichedella normativa alla luce dell’approfondimento svolto,individuando due temi principali: il finanziamento delsettore e i criteri di riparto delle risorse tra gli entiinteressati. Misure che, una volta divenute legge, possonocontribuire da subito al rilancio del trasporto pubblicolocale. La pdl introduce un nuovo meccanismo di alimentazione delFondo nazionale per il concorso finanziario dello Stato aglioneri del trasporto pubblico locale, anche ferroviario, nelleregioni a statuto ordinario: al posto della compartecipazioneal gettito derivante dalle accise sul gasolio perautotrazione e sulla benzina attualmente prevista, siintroduce una compartecipazione al gettito Iva, la cuialiquota sara’ stabilita annualmente nella legge distabilita’. La difficolta’ di individuare idonee coperturefinanziarie, ha sottolineato Meta, e la volonta’ di nonalimentare illusioni non suffragate da elementi concreti,hanno indotto a non intervenire nel testo presentato sulquantum di risorse del Fondo, che e’ mantenuto invariatorispetto a quanto previsto attualmente. Sono poi individuatidiversi criteri per la ripartizione del Fondo tra le regioni,ad esempio un aumento dal 10% al 20% della quota basata sucriteri di premialita’ e il riferimento ai costi standardnel settore del TPL. In caso di squilibrio finanziario, laregione deve predisporre un piano di rientro di durata nonsuperiore ad un triennio che va approvato dal Consiglio deiministri che nomina commissario ad acta il presidente dellaregione. Il presidente Meta ha auspicato la presentazione dialtre proposte di legge sul settore per ampliare la portatadegli interventi.

lcp/gbt

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su