Header Top
Logo
Domenica 26 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Dl Irpef: Brunetta, dopo dati negativi di ieri Renzi ritiri decreto

colonna Sinistra
Venerdì 16 maggio 2014 - 13:27

Dl Irpef: Brunetta, dopo dati negativi di ieri Renzi ritiri decreto

(ASCA) – Roma, 16 mag 2014 – ”Dopo la gelata di ieri,evidenziata dalla batteria dei dati (Pil, borsa e spread),che hanno funestato il clima economico-finanziariodell’Italia, se Matteo Renzi avesse un minimo senso diresponsabilita’ dovrebbe ritirare il decreto legge sul bonusIrpef. L’effetto annuncio di quel provvedimento, che risaleall’indomani della sua nomina, il 22 febbraio, non solo nonha prodotto i risultati sperati, ma si e’ trasformato in unboomerang. Fin troppo scontate le aspettative deiconsumatori, che non hanno anticipato acquisti, nellaconsapevolezza che quel provvedimento elettorale, sprovvistodi adeguate coperture, avrebbe determinato un cortocircuito”. Lo dichiara in una nota Renato Brunetta,presidente dei deputati di Forza Italia.

”La manovra in deficit comporta, infatti, in unaprospettiva di medio periodo, una manovra correttiva ol’incubo di una nuova procedura d’infrazione da parte dellaCommissione europea. In attesa di eventi funesti, quindi, gliitaliani hanno preferito tirare i remi in barca erisparmiare, nel timore di tempi peggiori. Intanto ilprelievo fiscale – si veda la pantomima sulla Tasi – sulleabitazioni terremotava ancora di piu’ il settore immobiliare,che rappresenta uno dei volani della possibile ripresa. Va da se’ che la frenata congiunturale, sommata alla manovrain deficit per soddisfare le esigenze del ”cicloelettorale’, apre uno scenario inquietante. Aumenta cioe’ laprobabilita’ di una manovra correttiva, al’indomani degliesiti della competizione elettorale, sempre che non si vogliacorrere l’avventura di una nuova procedura d’infrazione. Isegnali ci sono tutti. Le entrate tributarie, nei primi tremesi dell’anno, hanno subito una contrazione dello 0,6 percento, come certifica l’ultimo referto del Mef. Tuttavial’Imu ha portato nelle casse dei Comuni circa 500 milioni inpiu’, con un aumento del 340 per cento”, conclude Brunetta.

com/vlm

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su