Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Electrolux: Renzi firma accordo, ne’ esuberi ne’ licenziamenti

colonna Sinistra
Giovedì 15 maggio 2014 - 17:18

Electrolux: Renzi firma accordo, ne’ esuberi ne’ licenziamenti

(ASCA) – Roma, 15 mag 2014 – E’ stato firmato a Palazzo Chigil’accordo sull’Electrolux. L’intesa e’ stata siglata dalpremier Matteo Renzi, presenti il ministro del Lavoro,Giuliano Poletti, dello Sviluppo economico, Federica Guidi, igovernatori di Veneto, Friuli VG e Lombardia Zaia,Serracchiani e Maroni, i vertici aziendali ed irappresentanti sindacali. ”E’ un accordo significativo e importante – ha commentatoil ministro Guidi -, e’ un nuovo modello di relazioniindustriali e preserva tutti i posti di lavoro per tutta ladurata del piano”.

”Abbiamo chiesto all’azienda – ha spiegato il ministro -un piano serio e credibile di investimenti e l’azienda si e’impegnata con un investimento di 150 milioni di euro pertutti e quattro gli stabilimenti del gruppo”. Per la Guidi ”sindacati e azienda hanno dimostrato ungrande senso di responsabilita’ in una trattativa che haavuto momenti anche drammatici. Si e’ dimostrato – haaggiunto – che con senso di responsabilita’ si puo’ fareoccupazione, nuovi prodotti e innovazione e mantenereproduzioni competitive”.

Il ministro del lavoro, Giuliano Poletti ha sottolineatocome ”i contratti di solidarieta’ siano una buona viaperche’ ridistribuiscono il lavoro tra i lavoratori”. ”Nonc’e’ la previsione di qualcuno che rimane a casa, ma lacondivisione di un sacrificio” anche perche’ – ha aggiunto -”nel decreto lavoro e’ contenuta una norma sulladecontribuzione dei contratti di solidarieta’: abbiamointrodotto la copertura finanziaria dello strumento e abbiamoinnalzato la copertura dal 25% al 35%”.

Il ministro ha poi voluto confermare la piena sintonia diintenti nel governo. ”Nel caso specifico – ha aggiunto -credo di poter dire che la presidenza del Consiglio, ilministero dello Sviluppo e quello del Lavoro hanno agito inpiena armonia e condivisione dei tempi e dei modi, per cui ilrisultato finale e’ merito di tutti quelli che hannocontribuito”.

”Si e’ dimostrato” – ha detto Poletti – che e’ possibileconiugare la salvaguardia dei livelli occupazionali coninvestimenti strategici al fine di mantenere la manifatturaindustriale nel nostro paese. Le parti hanno preso sul seriola richiesta del governo di affrontare il tema dellaproduttivita’ e dei costi”. int

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su