Header Top
Logo
Venerdì 24 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Moro: Leone (Ncd), da sua lezione politica torni ad essere vocazione

colonna Sinistra
Mercoledì 7 maggio 2014 - 12:39

Moro: Leone (Ncd), da sua lezione politica torni ad essere vocazione

(ASCA) – Roma, 7 mag 2014 – ”Abbiamo bisogno, oggi piu’ chemai, di ispirare l’impegno politico all’esempio e al modellolasciatici come preziosa eredita’ da Aldo Moro. Potremo cosi’cogliere in tutta la sua grandezza la dimensione morale,culturale, politica sua e degli uomini che gli furonoaccanto, tutti impegnati faticosamente nella ricostruzioneeconomica, sociale e democratica del nostro Paese”. Lo hasottolineato Antonio Leone, deputato del Nuovo Centrodestra,presentando nella Sala della Regina di Monte Citorio il librodi Luigi Ferlicchia ”I tempi di Aldo Moro”, alla presenzaanche della figlia del grande statista Maria Fida.

”Soprattutto giova tornare a riflettere – ha aggiuntoLeone – sulla lezione di Aldo Moro, mentre ritrova vigore unatteggiamento politico che, in Italia come in Europa, sembradiffondersi con pericolosa disinvoltura, per esigenzecontingenti di consenso politico. Mi riferisco al ”farepolitica in negativo”, facendo leva sulla contrapposizionefra paese reale e paese ufficiale, fra popolo e Istituzioni,in modo da fomentare nell’immaginario collettivo i peggiorisentimenti, in funzione delle esigenze propagandistiche delmomento. Moro conosceva bene il rischio che si corre a farpolitica in questo modo, perche’ consapevole della crescenteingovernabilita’ delle forze e degli umori cheirresponsabilmentesi contribuisce a scatenare e che finisconosempre per sortire effetti autoritari ed antidemocratici.

Sotto questo punto di vista la sua – ha concluso AntonioLeone – fu una lezione autenticamente rivoluzionaria,soprattutto nell’invito a superare l’infantilismo distruttivodi una generica volonta’ rinnovatrice perfarsi caricoresponsabilmente dell’impegno di ”essere a favore” di unosviluppo civile e democratico, che non si costruisce con glislogan, ma con la quotidiana, instancabile operosita’.

?In questa prospettiva, la vicenda del rapimento e dellamorte di Aldo Moro rivela tutto il suo valore tragicamenteemblematico nel contrapporre al nichilismo cieco dei”rivoluzionari contro”, quali furono i brigatisti, la fededi un ”rivoluzionario a favore”, quale Moro sempre piu’ cisi rivela, nel significato storico della sua lezionepolitica. Il volume ci restituisce cosi’ una dimensioneprofetica di questo grande statista. OpportunamenteFerlicchia ce lo propone anche come ”servo di Dio”,come unpolitico credente, sempre fiducioso nello svolgimentoprovvidenziale delle vicende umane e quindi portatore, anchenel suo sacrificio finale, di una ”buona novella”. Chespetta a noi adeguare al nostro tempo e preparare ad essa unterreno fertile, sul quale far germogliare buoni frutti”.

com/vlm

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su