Header Top
Logo
Venerdì 28 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Legge elettorale: da domani confronto aperto in Aula alla Camera

colonna Sinistra
Lunedì 3 marzo 2014 - 09:25

Legge elettorale: da domani confronto aperto in Aula alla Camera

(ASCA) – Roma, 3 mar 2014 – Si apre oggi la ‘settimana della leggeelettorale’: domani, nell’Aula della Camera, dove ha gia’avuto luogo la discussione generale, inizieranno leoperazioni di voto agli oltre 200 emendamenti al testo dellariforma che prevede un premio di maggioranza alraggiungimento del 37% dei voti, soglie di sbarramento al4,5% per i partiti coalizzati e 8% per chi corre da solo e il12% per l’intera coalizione. Il termine per la presentazionedegli emendamenti e’ stato prorogato alle 12.00 di oggi e ilvia libera dovrebbe arrivare entro venerdi’, ma ilcondizionale, relativo ai tempi, e’ d’obbligo, viste letensioni sviluppatesi sul merito delle modifiche come anche,piu’ in generale, all’interno della maggioranza per lacomposizione del governo in seguito alla nomina deisottosegretari. Tra i nodi che dovranno essere sciolti in Aula allaCamera, quello che riguarda l’entrata in vigore della leggeelettorale. Ncd e parte del Pd vorrebbero la subordinazionealla riforma del Senato, norma proposta dall’emendamentoLauricella, ma clausola non contemplata dal patto stretto trail presidente del Conisglio, Matteo Renzi, e il leader diForza Italia, Silvio Berlusconi. Al momento continuano aessere in corso i lavori per trovare una soluzione, che vedeconnessioni anche con la possibilita’ di durata del govenoRenzi: potra’ avvicinarsi all’orizzonte del 2018 piu’facilmente se davvero l’entrata in vigore della leggeelettorale sara’ successiva alla riforma del bicameralismo. Alle questioni di merito si aggiungono poi lefibrillazioni interne al governo dopo l’esplosione del casoGentile, il sottosegretario di Ncd alle Infrastruttureaccusato di aver fatto pressioni su di un quotidianocalabrese affinche’ non pubblicasse una notizia relativa alcoinvolgimento del figlio in un’inchiesta. Non mancano anchei malumori del Pd relativi alle nomine a sottosegreteri allaGiustizia di Enrico Costa e Cosimo Ferri. La legge elettorale si connota quindi sempre piu’ come ilprimo test sulla tenuta del governo e come la prima provadell’intesa Renzi-Berlusconi. sgr/gbt

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su