Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Pse: congresso, Schulz candidato a Commissione. ‘Vinceremo le elezioni’

colonna Sinistra
Sabato 1 marzo 2014 - 16:22

Pse: congresso, Schulz candidato a Commissione. ‘Vinceremo le elezioni’

(ASCA) – Roma, 1 mar 2014 – E’ Martin Schulz, attualepresidente del Parlamento europeo, il candidato del Pse allapresidenza della Commissione Ue. Il risultato, ampiamenteannunciato, e’ giunto al termine dei lavori del congresso delPartito socialista europeo, svoltosi a Roma. Schulz haraccolto 368 voti, 2 sono stati i contrari e 34 gli astenuti.

Il Pse, che ha visto la partecipazione al suo congresso delPd (che da ieri fa formalmente parte della famigliasocialista europea) e’ il primo dei grossi partiti che indicail proprio candidato alla successione di Barroso. Ancoraindietro nelle ufficializzazioni il Ppe (orientato sullafigura dell’ex premier lussemburghese ed ex presidentedell’Eurogruppo, Jean-Claude Juncker) e i liberali dell’Alde(che candiderebbero l’ex premier belga, Guy Verhofstadtmentre quello che era il suo iniziale avversario, ilfinlandese commissario agli Affari economici Olli Rehn, harinunciato alla corsa candidandosi invece ad altre altecariche europee).

”Vinceremo le prossime elezioni europee”, dice Schulznel suo intervento al termine del congresso. L’obiettivo,spiega, e’ quello di ”ridurre il divario tra ricchi epoveri. La mia priorita’ sara’ l’occupazione giovanile -assicura – e nei prossimi cinque anni voglio sentire lepersone dirmi: ‘Si’, abbiamo trovato il lavoro’. Il lavoronon e’ solo una questione economica, e’ una questione didignita”’. Quella che vuole Schulz dovra’ essere un’Europa,sottolinea, ”in cui mia figlia abbia le stesse opportunita’di mio figlio” sul lavoro, un’Europa focalizzata sullepiccole e medie imprese, su una ”reindustrializzazioneinteligente” che sia ”verde e digitale”, che privilegiricerca e innovazione. Schulz sostiene poi la necessita’ dibattersi contro l’evasione e i paradisi fiscali,sottolineando inoltre la necessita’ di regolare i mercatifinanziari. Il pesidente di Strasburgo si rivolge ai ”compagni, aidelusi: capisco la vostra rabbia, ma deve essere rivoltacontro chi ha causato la crisi, non contro altri cittadinieuropei e atri Paesi”. Quello che si deve fare, continua, e”’batterci per un’Europa migliore, basata sul rispettoreciproco”, tenendo ben pesente che ”stanno risorgendo idemoni del nazionalismo, del razzismo, dell’antisemitismo”.

Fdv/mar

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su