Header Top
Logo
Domenica 26 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Parlamento: Grasso, attualizzare bicameralismo, serve nuovo equilibrio

colonna Sinistra
Giovedì 21 novembre 2013 - 17:46

Parlamento: Grasso, attualizzare bicameralismo, serve nuovo equilibrio

(ASCA) – Roma, 21 nov – ”Sono convinto che anche per ilSenato la stagione delle riforme possa rappresentarel’occasione per un costruttivo ripensamento del proprio ruoloistituzionale”. Lo ha dettto il presiente del Senato, PietroGrasso interenendo all’inaugurazione del Master in Parlamentoe Politiche Pubbliche della Luiss Guido Carli. ”Il bicameralismo garantisce il governo dellacomplessita’ e una maggiore riflessione sulle sceltelegislative” osserva Grasso secondo cui ”non dobbiamosottrarci dall’attualizzare il sistema bicamerale perfetto,ma la modernizzazione del bicameralismo deve fondarsi sulconvincimento che aumentare la qualita’ della democrazia, equindi il tasso di efficienza delle istituzioni, passa per unrafforzamento, non per una diminuzione della lorolegittimazione”. Si tratta in definitiva di trovare ”un nuovo equilibriotra i due rami del Parlamento che, per esempio, nelvalorizzare anche in via esclusiva il rapporto fiduciario trala Camera e l’esecutivo, consenta al contempo di riscoprireappieno il ruolo del Senato: nel rapporto con le autonomieterritoriali; nell’esercizio della vigilanzaeconomico-finanziaria; nello svolgimento della funzione dicontrollo, quindi nell’utilizzo di strumenti ispettivi, tracui le commissioni d’inchiesta; nelle competenze sullenomine; nella partecipazione alle decisioni europee”. Ma per il presidente del Senato anche ”lo stessoprocedimento legislativo bicamerale, che ad oggi ha datoprova di una estrema flessibilita’, consentendo ai partiti unpotere assolutamente discrezionale rispetto ai tempi diapprovazione delle leggi, deve essere ripensato”. ”Abbiamobisogno di procedure piu’ razionali che adeguinol’articolazione e la durata del procedimento legislativo allanatura dei provvedimenti – osserva – garantendo tempiadeguati di esame per le proposte che abbisognano di maggioreponderazione, come quelle costituzionali, quelle cheinvestono la tutela dei diritti fondamentali o quelle cheincidono sui grandi temi etici. Per altro verso, anche neirapporti con l’Unione Europea vi sono oggi importantiaperture che investono il ruolo del Parlamento”. Ecco che ”nei prossimi decenni dovremo sicuramentepensare ad un Parlamento che legifera meno, o che almenolegifera meglio, e che al contempo sa sviluppare la funzionedi controllo e garanzia. Dobbiamo andare oltre il”controllo” in senso stretto, che si esprime nel potere diinchiesta parlamentare, nel sindacato ispettivo, nei parerisulle nomine governative. Il Parlamento – conclude Grasso-deve saper valorizzare nuovi strumenti e procedure dicontrollo, quelle che passano attraverso le informative delGoverno in aula e in commissione, le verifiche ex postsull’attuazione delle leggi, il controllo contabile efinanziario”.

njb

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su