Header Top
Logo
Giovedì 23 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Italia-Francia: dichiarazione, sinergie per capacita’ militari comuni

colonna Sinistra
Mercoledì 20 novembre 2013 - 20:37

Italia-Francia: dichiarazione, sinergie per capacita’ militari comuni

(ASCA) – Roma, 20 nov – ”Forti della constatazione chel’autonomia strategica europea necessita che gli Stati membrisi impegnino a colmare le lacune capacitarie critiche,l’Italia e la Francia partecipano, come grandi contribuenti,a dei progetti europei strutturanti. I nostri due Paesi siimpegnano a favorire le sinergie, evitare le duplicazioni esviluppare capacita’ militari comuni”. E’ quantosottolineato da Roma e Parigi nella nota congiunta del summitdi Roma. A questo scopo, l’Italia e la Francia sostengono ilavori dell’Agenzia europea di Difesa, in particolare perquanto riguarda il rifornimento in volo, i droni, lecomunicazioni satellitari (programma Athena-Fidus e Sicral2), della sicurezza cibernetica, della sicurezza marittima edel progetto SESAR (volet tecnologico del progetto ”Cielounico” europeo).

”Sosteniamo l’iniziativa europea del rifornimento involo, che contribuisce alla costituzione di una flotta diaerei rifornitori europei interope’rabili. Consideriamo ll’EATC (European Air Transport Command) un grande successo dimutualizzazione europea, avente un reale valore aggiunto intermini politici, economici e operazionali. La Francia sirallegra della decisione italiana di avvicinarsi a questastruttura e di contribuire alla crescita del suo volet”rifornimento in volo”, prosegue il documento.

I droni ”costituiscono una capacita’ chiave e un progettoprioritario per la cooperazione europea. L’Italia e laFrancia sostengono, come prima tappa, la creazione, con ilsostegno dell’AED, di una comunita’ di utilizzatori europeidi droni MALE (Moyenne Altitude Longue Endurance). Sosteniamoparimenti una cooperazione accresciuta mirante allo sviluppodi una soluzione europea per la prossima generazione di droniMALE (2020-2025), con applicazioni molto estese, al contempocivili e militari. A questo scopo, sosteniamo la messa infunzione di un programma dell’AED sui droni, basato sullaregolamentazione e sull’inserimento dei droni nel trafficoaereo, che deve essere messa in atto a partire dal 2016, incollegamento con la SESAR JU (SESAR Joint Undertaking)”.

”Facciamo appello all’AED – aggiungono sul punto Roma eParigi – perche’ realizzi questo lavoro di definizione delbisogno, e presenti le sue prime conclusioni prima didicembre 2015. L’Italia e la Francia si rallegranodell’impegno della Commissione a sostegno di questo passo,specialmente in rapporto ai propri strumenti finanziari.

D’altronde, l’Italia e la Francia auspicano che la difesacibernetica sia pienamente integrata nelle politiche europeedi sicurezza e difesa, appoggiandosi sulla strategia europeain materia di difesa cibernetica”.

red-gbt

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su