Header Top
Logo
Mercoledì 29 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Enti locali: intesa Ministeri-Anci-Conf.Regioni-Sindacati su occupazione

colonna Sinistra
Martedì 19 novembre 2013 - 17:11

Enti locali: intesa Ministeri-Anci-Conf.Regioni-Sindacati su occupazione

(ASCA) – Roma, 19 nov – Salvaguardare gli attuali livellioccupazionali. Questo l’obiettivo del protocollo d’intesasiglato oggi tra il ministro per gli Affari regionali e leAutonomie, Graziano Delrio, il ministero per la Pubblicaamministrazione guidato da Gianpiero D’Alia, la Conferenzadelle regioni, l’Anci, i segretari nazionali di Cgil, Cisl eUil e i segretari di categoria della Funzione pubblicaFp-Cgil, Cisl-Fp e Uil-Fp.

”Li abbiamo invitati e cercato di coinvolgerli, ma hannoritenuto di non firmare”, ha risposto Delrio ai cronisti inmerito all’assenza dell’Unione delle province italiane (Upi),notoriamente piu’ ostile ai lavori in corso di riforma deglienti locali.

In tale quadro, l’intesa siglata oggi si prefigge di”governare il cambiamento” e ”descrivere un assettoistituzionale” in grado di ”garantire la funzionalita’degli enti e valorizzare lavoratrici e lavoratori”. Articolato in 8 punti, il documento permette la salvaguardiadegli attuali livelli occupazionali e prevede ”l’istituzionedi un tavolo permanente sul riordino degli enti locali”,partendo dall’unione dei piccoli comuni al di sotto dei 5000abitanti e dalla trasformazione delle province.

Il protocollo e’, dunque, ”importante perche’ stabilisce ilprincipio in base a cui le riforme devono essere accompagnatedalle istituzioni affinche’ garantiscano la sostenibilita’del processo”, ha commentato Vasco Errani, presidente dellaConferenza delle regioni.

Nel dettaglio, il protocollo stabilisce che ”glieventuali percorsi di mobilita’ tra enti non incidano sugliattuali limiti di spesa e assunzionali previsti per ilpersonale delle amministrazioni riceventi” e garantisce ”lacopertura per i trattamenti economici del personaletrasferito”.

Il documento prevede, infine, che le proposte di modificadegli enti locali verranno elaborate ”attraverso specificiemendamenti” del disegno di legge su Citta’ metropolitane,Province e Unione dei comuni che recepiscano quantoconcordato, in particolare relativamente ”ai maggiori oneriche potranno derivare dai processo di trasferimento delpersonale che dovranno essete considerati neutri per leamministrazioni riceventi”.

Soddisfazione per l’accordo raggiunto e’ stata espressaanche dai rappresentanti di Anci e dei sindacati firmatari.

stt/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su