Header Top
Logo
Domenica 26 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Trasporti/Camera: sicurezza, nel 2012 ispezionati da Enac 784 aerei

colonna Sinistra
Sabato 16 novembre 2013 - 13:45

Trasporti/Camera: sicurezza, nel 2012 ispezionati da Enac 784 aerei

(ASCA) – Roma, 16 nov – Il programma europeo SafetyAssessment of Foreign Aircraft (Safa), obbligatorio in tuttii Paesi Ue per mantenere alti gli standard di sicurezza,prevede ispezioni di rampa a campione sugli aeromobili intransito sugli aeroporti comunitari secondo procedureprestabilite. In Italia a effettuare i controlli e’ l’Entenazionale per l’aviazione civile che nel 2012 ha condotto 857ispezioni su 784 aeromobili appartenenti a 395 diversioperatori provenienti da 83 Paesi. In totale i rilievi sonostati 929 e di questi 314 hanno richiesto un’azionecorrettiva prima del volo. Queste le cifre fornite dalsottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti RoccoGirlanda rispondendo il 13 novembre in commissione Trasporti,poste e telecomunicazioni a un’interrogazione firmata daideputati del M5S Ivan Catalano e Maria Edera Spadoni in cui,partendo da un inconveniente grave occorso l’estate scorsa aMalpensa a un aereo della compagnia easyJet, si chiedevaconto dell’efficacia del programma Safa. In merito al caso di easyJet – oggetto di 29 ispezioniSafa nel 2012 e 23 quest’anno – l’Agenzia nazionale per lasicurezza del volo, che ha aperto subito l’inchiesta disicurezza ancora in corso, dalle prime evidenze ha potutostabilire che l’inconveniente grave – ha detto Girlanda -”era stato ragionevolmente provocato dal mancato bloccaggiodella cappottatura motore al termine di un interventomanutentivo di linea, effettuato poco prima dellapartenza”.

Da una ricerca condotta per verificare l’esistenza diprecedenti simili l’Ansv ha appurato che il 24 maggio 2013,ad un Airbus A319 di British Airways era occorso un eventoanalogo a Londra Heathrow, causando nella circostanza unincidente per fuoco motore. L’Ansv ha quindi contattatol’omologa Autorita’ investigativa britannica, competente perl’inchiesta di sicurezza relativa all’incidente, per definireun piano coordinato d’azione ed e’ stato organizzato unincontro congiunto presso l’Agenzia europea per la sicurezzaaerea, in quanto autorita’ di certificazione dei prodottiAirbus. ”La riunione – ha concluso Girlanda – si e’ rivelatautile per individuare le possibili strategie finalizzate adevitare che si ripetano eventi analoghi; conseguentemente,l’Ansv sta valutando la possibilita’ di emanare alcuneraccomandazioni di sicurezza”.

lcp/vlm/ss

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su