Header Top
Logo
Sabato 18 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Scelta civica: Causin, questioni forma per interrompere percorso comune

colonna Sinistra
Venerdì 15 novembre 2013 - 19:00

Scelta civica: Causin, questioni forma per interrompere percorso comune

(ASCA) – Roma, 15 nov – ”Quando si antepongono le questionidi forma, peraltro in modo pretestuoso e provocatorio,significa che non si hanno argomenti politici o si e’predeterminata una volonta’ soggettiva di percorrere un’altrastrada. Stimo troppo i miei colleghi che oggi hannoabbandonato l’assemblea nazionale di Scelta Civica, perpensare che non abbiano argomentazioni politiche. Se invece,come penso e come tutto cio’ che e’ accaduto in questi giornisi e’ predeterminata una volonta’ di interrompere un percorsoe dai aprirne un altro sarebbe stato meglio farlo intrasparenza, a viso aperto”. Lo afferma Andrea Causin,responsabile organizzativo di Scelta Civica.

”Le generiche accuse di essere ‘cooptati’ noncorrispondono alla mia storia ne a quello di tanti altri, chehanno potuto e dovuto misurare con il consenso dei cittadinil’aspirazione di coniugare un percorso che ci ha portati adassumere ruoli di responsabilita’. E’ capitato anche a me didecidere, di dover compiere scelte dolorose. Tuttavia quandol’ho fatto – aggiunge Causin – e’ accaduto con motivazionipolitiche e me ne sono assunto la responsabilita’ fino infondo, pagando il prezzo dovuto. Non ho cercato pretesti peraddossare colpe o responsabilita’ ad altri, come invece e’avvenuto oggi durante l’assemblea di Scelta Civica. Hosperato fino all’ultimo che l’assenza di segnali di dialogoche e’ stata riservata alla grave responsabilita’ che AlbertoBombassei ha dovuto assumere, il progressivo disimpegno nellacostruzione del partito, i continui tentativi di superamentodi Scelta civica, fossero solo delle coincidenze e non ladeterminazione ad archiviare l’impegno elettorale assunto congli elettori di Scelta Civica e, cosa che mi fa piu’ male, ildisconoscimento dell’operato e dell’impegno di Mario Monti.

Non c’e’ chi e’ nel giusto o chi e’ nel torto. Di errori nesono stati fatti tanti e sono imputabili a tutti. Ma, latrasparenza e la politica con la ‘P’maiuscola necessita’percorsi di tipo piu’ alto”, conclude Causin.

com/vlm

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su