Header Top
Logo
Lunedì 27 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Marina Militare: De Giorgi, mai messo in discussione ruolo Parlamento

colonna Sinistra
Giovedì 14 novembre 2013 - 16:42

Marina Militare: De Giorgi, mai messo in discussione ruolo Parlamento

(ASCA) – Roma, 14 nov – ”Smentisco, come capo della Marina, di aver mai messo in discussione il ruolo essenziale delParlamento, per quanto possa esprimere come cittadino un mioparere. Mi riferivo alla disinformazione riscontrata suimedia”. Lo ha detto il capo di stato maggiore della MarinaMilitare, l’ammiraglio Giuseppe De Giorgi, in risposta aldisappunto dei commissari di Sel sulla polemica scaturitadalle sue affermazioni alla stampa relativamenteall’interrogazione presentata da Sinistra Ecologia e Liberta’sugli obiettivi della missione del gruppo navale Cavour. De Giorgi e’ intervenuto in audizione informale davantialle commissioni riunite difesa di Camera e Senatonell’ambito dell’esame congiunto dello schema di decretolegislativo relativo alla riforma dello strumento militare esulle disposizioni rin materia di personale militare e civiledel ministero della difesa. Il capo di stato maggiore dellaMarina Militare ha affermato che ”la riduzione quantitativadel personale” deve comportare ”la contestuale revisionedella struttura organizzativa”, da rendere ”piu’ snella ecoerente” con le risorse a disposizione. L’organico dellaMarina passera’ ”dalle attuali 34.000 unita’ a 30.421” invirtu’ ”della spending review e, con la legge delega sullostrumento militare ”a 26.800 unita”’. Questo a fronte di”un’esigenza operativa di 30.000 unita”’. De Giorgi ha auspicato un cambio rispetto alla scelta di”tagli lineari” che non rispettano ”criteri e principi”della forza armata e ”lo scenario in cui opera”, auspicandoinvece un percorso di riduzione che non sia ”una sempliceoperazione di cassa ma abbia strumenti che salvaguardino laprofessionalita’ delle persone”. In questo senso, anche alfine di evitare l’invecchiamento ”su una fascia di gradoomogenea (marescialli, ndr), che genera sottoimpiego” hainvitato a riprendere ”l’arruolamento spalmandolo in modoregolare” ritenendo ”ineludibile assicurareun’alimentazione continua di personale militare senza crearevuoti generazionali”.

Secondo De Giorgi andrebbe poi ”ricondotta al capo distato maggiore la piena governance delle risorse umane, pervelocizzare i processi decisionali ed evitare colli dibottiglia e ritardi che penalizzano il personale el’organizzazione”, oltre ”ad assicurare l’invarianza dibilancio” nelle risorse da destinare alle forze armateequilibrando il taglio sul personale con gli investimenti intecnologia ”per non vedere vanificata una riforma di cosi’grande impatto sul Paese”. gbt

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su