Header Top
Logo
Martedì 21 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Informazione:Grasso,bilanciare liberta’ con responsabilita’ e educazione

colonna Sinistra
Giovedì 14 novembre 2013 - 17:33

Informazione:Grasso,bilanciare liberta’ con responsabilita’ e educazione

(ASCA) – Roma, 14 nov – ”Intimidire un giornalista, e inItalia sono tanti i giornalisti minacciati, e’ un vulnus perla liberta’ d’informazione e per il diritto dei cittadini diessere informati. La liberta’ d’informazione costituisce ilnucleo delle liberta’ civili, il presupposto per l’eserciziodi ogni altra liberta’ costituzionalmente riconosciuta”. Loha detto il presidente del Senato, Pietro Grasso intervenendoal convegno ”Dialogo sull’informazione” orgnizzato daOssigeno per l’informazione e Open Media Coalition.

”La liberta’ d’informare significa ricercare liberamente,liberamente diffondere idee e opinioni, liberamentecriticare, ma anche assumersi le responsabilita’ dellacomunicazione, riconoscere gli effetti di quanto si comunica,rispettare le persone che mediante la comunicazione siraggiungono e si coinvolgono” ha quindi osservato Grasso,secondo cui ”la liberta’ di informazione, come tutti idiritti, non puo’ mai essere considerata assoluta. Deveessere ponderata, contestualizzata e bilanciata con gli altrivalori costituzionali. Penso in particolare al diritto allariservatezza, alla reputazione e all’oblio, e alla tuteladella liberta’ dobbiamo affiancare anche un dibattitoapprofondito e sereno sulla responsabilita’ di ciascunoattraverso l’informazione e l’educazione”. La riforma della disciplina sulla diffamazione, le nuoveregole per la tutela del diritto d’autore on line e i recentiorientamenti in materia di diritto all’oblio sono solo alcunidei temi che stanno rivoluzionando il mondo dell’informazionee che animeranno il dibattito odierno, ha proseguito ilpresidente del Senato. ”L’incontro di oggi ci aiutera’ acomprendere meglio se i cambiamenti in atto sono idonei agarantire maggiore liberta’ d’informazione e anche apromuovere questo diritto fondamentale nella rete, con laconsapevolezza che all’universo di Internet non e’auspicabile applicare tout court le stesse norme che regolanola carta stampata se non alle testate registrate: il mondodella Rete e’ infatti molto piu’ variegato e complesso diquello editoriale” ha sottolineato la seconda carica delloStato, secondo cui ”serve pero’ anche una revisione dellalegislazione in essere, capace di adeguare le garanziecostituzionali che accompagnano la liberta’ di informazionealle nuove tecnologie della comunicazione, una legislazionespecifica, non ‘speciale’, non per gli strumenti di tutelautilizzati ma perche’ rivolta ad un settore specifico dellacomunicazione, quello della Rete”.

njb

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su