Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Lavoro: Giovannini, massimo impegno Governo su risorse Cig in deroga

colonna Sinistra
Mercoledì 13 novembre 2013 - 16:23

Lavoro: Giovannini, massimo impegno Governo su risorse Cig in deroga

(ASCA) – Roma, 13 nov – Nella definizione del decretointerministeriale sui requisiti di accesso agliammortizzatori in deroga, che ”operera’ soltanto per decretifuturi” e non ”retroattivamente, il Parlamento sara’ampiamente coinvolto”. Lo ha reso noto il ministro delLavoro e delle Politiche sociali, Enrico Giovannini, nelcorso del question time alla Camera rispondendo ainterrogazioni sulle richieste di accesso alla cassaintegrazione guadagni in deroga. ”Il cosiddetto decreto’criteri’ non sara’ emanato d’imperio – ha aggiunto -, alcontrario c’e’ un percorso articolato e partecipato, il piu’ampiamente condiviso, con il pieno coinvolgimento dellaconferenza Stato-regioni, delle competenti commissioniparlamentari e delle parti sociali”. Giovannini ha evidenziato come per la Cig in deroga ”nel2013 sono state destinate complessivamente risorse pari a 2miliardi e 205 milioni di euro piu’ 287 milioni a carico delfondo di coesione per le Regioni obiettivo convergenza,Campania, Puglia, Calabria e Sicilia”. In particolare ”perla Calabria, i quattro decreti susseguitisi nel 2013 hannoattribuito risorse pari a oltre 116 milioni di euro”.

”C’e’ l’esigenza di disporre per l’anno in corso e per ilprossimo anno di adeguate risorse – ha aggiunto Giovannini-.

Abbiamo a cuore il tema e operiamo con grande rapidita”’. Il ministro ha annunciato per l’anno in corso l’impegno delgoverno a stanziare ”ulteriori 380 milioni di euro”, mentreper il 2014 ”nella legge di stabilita’ c’e’ l’impegno per600 milioni di euro in piu”’, considerando inoltre l’avviodel ”meccanismo dei fondi di solidarieta’ bilaterialiprevisto dalla legge 92 del 2012, che consentira’ unamaggior armonizzazione anche a livello territoriale dellepolitiche di sostegno al reddito”. Per il ministro del Lavoro ”se l’economia non riprende acrescere in modo persistente e consistente non riusciremo ariassorbire tutta la disoccupazione e la crisi ci lascia uncapitale umano depauperato. C’e’ bisogno di investire perricostituire quel capitale umano, che e’ uno dei motori dellacrescita, e c’e’ la possibile considerazione di queste spesenel patto di stabilita”’.

Tornando ai numeri della cassa integrazione in deroga, adottobre 2012, ultimo dato Inps disponibile, sono 186.000 ”isoggetti beneficiari” dello strumento di sostegno alreddito. ”Confermo – ha poi affermato Giovannini – larealizzazione in corso della banca dati delle politicheattive e passive, che consentira’ agli operatori delsettore, in primis al ministero, di disporre di uno strumentoconoscitivo in materia, favorendo l’incontro tra domanda eofferta ed un miglior monitoraggio delle diverse forme diintegrazione al reddito”. gbt

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su