Header Top
Logo
Martedì 21 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Tumori: Lorenzin, ancora troppe differenze tra regioni per accesso cure

colonna Sinistra
Lunedì 11 novembre 2013 - 18:27

Tumori: Lorenzin, ancora troppe differenze tra regioni per accesso cure

(ASCA) – Roma, 11 nov – ”Troppe rimangono le differenze perl’accesso agli screening e in qualche caso alle cure , anchetra aziende e aziende, tra regione e regione”. Lo haribadito il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, inoccasione delle celebrazioni per la Giornata dedicata allaricerca sul cancro. ”Sconfiggere l’annoso problema delleliste d’attesa e in alcuni casi dell’appropriatezza delleprestazioni – ha detto – e’ uno degli obbiettivi principalidel Patto della salute, obbiettivo che si puo’ raggiungerecon una piu’ efficiente programmazione e una miglioregovernance.

La sfida della sostenibilita’ del nostro sistema sanitariopassa dall’assicurare prestazioni appropriate e allo stessotempo mantenere tutti il piu’ sani possibile. La prevenzioneha permesso a milioni di donne di prendere in tempo unamalattia che solo qualche anno fa le avrebbe uccise”. ”Ilpiano nazionale di prevenzione – ha ribadito – deve essereattuabile in ogni parte del territorio nazionale”, chiarendoche ”il decisore, sia esso il governo o chi gestisce iterritori e l’amministrazione della cura, deve manteneremassimo l’impegno a dare accesso a tutti alle straordinariepossibilita’ che oggi la scienza ci mette a disposizione.

Ricordo che abbiamo dimezzato i termini entro i qualil’Agenzia italiana del farmaco deve dispensare i nuovifarmaci innovativi per curare malattie gravi come il cancro,per sconfiggere un nemico di tutti : l’eccesso diburocrazia”.

”Ma non c’e’ solo la scienza per sconfiggere la malattia- ha detto Lorenzin – c’e’ anche l’umanita’. Milioni divolontari che ogni giorno aiutano le famiglie, le personesole, accompagnano i percorsi di guarigione che comincianonegli ospedali, finiscono poi a casa e spesso ti seguonoanche negli anni successivi. Volontari a cui va il nostroringraziamento e senza i quali non potremmo pensare o soloimmaginare di ingaggiare una guerra sistematica al cancro”.

Anche per questo, ”obiettivo irrinunciabile e’ quello dipromuovere all’interno delle strutture sanitarie approccicentrati sulla persona, che siano ispirati da principi chemirano ad accrescere la comunicazione con i pazienti ed ifamiliari. E’ per questa ragione che ho voluto inserire tragli argomenti centrali del nuovo Patto per la salute i temidelle cure palliative, della terapia del dolore ed il temadell’umanizzazione delle cure”. red/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su