Header Top
Logo
Giovedì 23 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Legge stabilita’: Pizzolante (Pdl), basta strumentalizzazioni su spiagge

colonna Sinistra
Sabato 9 novembre 2013 - 12:46

Legge stabilita’: Pizzolante (Pdl), basta strumentalizzazioni su spiagge

(ASCA) – Roma, 9 nov – ”Non si puo’ strumentalizzare tutto,non si vendono gli arenili ma solo le aree dove vivono gliimmobili che sono dei privati. Ed e’ questa la grandeoccasione per un opera di riqualificazione delle struttureturistiche italiane. Ne ha parlato il senatore D’Ali,relatore alla legge di stabilita”’. Cosi il senatore del PdlSergio Pizzolante, estensore dell’emendamento alla legge distabilita’ in materia di spiagge gia’sottoscritto daiSenatori Gasparri, Romani, Chiavaroli e Bonfrisco. ”L’obiettivo – spiega Pizzolante – e’ quello di risolvereuna questione annosa: quella delle concessioni demaniali, cheriguarda 30.000 imprese italiane che hanno fatto investimentie creato valore sulla base di una Legge dello Stato che finoal 2009 garantiva il rinnovo automatico delle concessioni. IlTrattato europeo e la direttiva Bolkestein prevedono ilrinnovo delle concessioni secondo criteri di concorrenza.

Principio che noi condividiamo, purche’ si riconoscano alleimprese gia’ esistenti gli investimenti fatti e l’aver creatoun’offerta turistica balneare d’eccellenza. L’emendamento -spiega Pizzolante – prevede il passaggio dal demanio alpatrimonio dello Stato delle aree dove vivono i manufatti ele proprieta’ immobiliari degli stabilimenti balneari, conl’obiettivo della privatizzazione con diritto di opzione peri concessionari gia’ esistenti. La restante parte delleconcessioni (arenili e ombreggi) rimangono demanio pubblico,soggetto alla concorrenza sulla base di un piano dei serviziche contempli criteri capaci di garantire l’unicita’ dellagestione”.

”Questo intervento – aggiunge – permette quindi disalvaguardare oltre 30.000 aziende, e nello stesso tempo e’un’operazione robusta di dismissione e valorizzazione delpatrimonio dello Stato, per 5-10 miliardi. Inoltre, dandostabilita’ alle gestioni viene garantita la ripresa degliinvestimenti e la crescita del settore. Infine, l’emendamentoprevede la possibilita’ di utilizzare almeno la meta’ dei5-10 miliardi di maggiori risorse a disposizione per creareun fondo di garanzia per i mutui destinati agli investimentinel settore del turismo, vale a dire per le spiagge, laristorazione, il commercio e per una grande opera di’rottamazione’ e riqualificazione del patrimonio alberghieroitaliano”, conclude il senatore Pdl. com-brm/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su