Header Top
Logo
Mercoledì 29 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Pdl: Cicchitto a Berlusconi, rischi di diventare prigioniero dei falchi

colonna Sinistra
Giovedì 7 novembre 2013 - 10:10

Pdl: Cicchitto a Berlusconi, rischi di diventare prigioniero dei falchi

(ASCA) – Roma, 7 nov – ”Caro Presidente, tu – e il PDL-Ficon te – rischi di diventare prigioniero dei ”falchi” suuna linea del tutto sbagliata, in alcuni casi frutto diestremismo, in altri di cinismo. Infatti qual e’ lo sboccopolitico di questa inusitata richiesta di crisi di governo,sia che essa avvenga sulla legge di stabilita’, sia per latua decadenza da senatore il 27 novembre in una situazionedrammatica ma che si verificherebbe comunque poco tempo dopoper l’interdizione provocata da una sentenza?”. A chiederloe’ Fabrizio Cicchitto in una lettera aperta inviata a SilvioBerlusconi.

Due sarebbero gli effetti , ”entrambi rovinosi”, spiega:”Se vi fossero elezioni pressoche’ immediate, il PDL-Firegalerebbe al PD la vittoria su un piatto d’argento, conBerlusconi impedito, Alfano attaccato ogni giorno dai falchi, Marina in odor di successione familiare e con poco tempo adisposizione per esser lanciata. Ma questa ipotesi dielezioni immediate e’ largamente improbabile perche’ ilPresidente della Repubblica ha gia’ detto che non fara’ maivotare con questa legge elettorale. Rischieremmo un governodi scopo, senza di noi e contro di noi, che dovrebbe fare unanuova legge elettorale. Se tutto cio’ non dovesse riuscire,il Presidente Napolitano ha gia’ detto che si dimetterebbe.

Ci assumeremmo insomma la responsabilita’ di una crisi disistema, pur non essendone noi i principali colpevoli”. Per Cicchitto ”per le sue doti e la lealta’ verso di te,per le sue potenzialita’ politiche, una figura come Alfano segia’ non ci fosse, dovresti inventarla. Sarebbe poi interessedi tutti, sia del Paese che del centrodestra, avere ungoverno solido fino al 2015, assegnare a te un ruolo dileadership carismatica e di elaborazione politica e nelcontempo far crescere anche un leader nuovo nel centro-destrache, a quella scadenza, possa confrontarsi in condizioni diparita’ con il leader del centro-sinistra”.

Ora, conclude il parlamentare ‘lealista’ ”non serveproprio un Cn per uno scontro muscolare, ma un’apertadialettica fra posizioni diverse”.

com-njb

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su