Header Top
Logo
Sabato 24 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Pd: Zoggia, su caos tessere nessuna responsabilita’ candidati segreteria

colonna Sinistra
Giovedì 7 novembre 2013 - 12:21

Pd: Zoggia, su caos tessere nessuna responsabilita’ candidati segreteria

(ASCA) – Roma, 7 nov – ”Noi vogliamo la partecipazionedemocratica al nostro partito, piu ampia possibile, ma certodobbiamo intervenire se c’e’ qualcuno che fa il furbo, miriferisco ad lacuni casi di tesseramento collettivo, Io pensoche l’adesione a un partito politico sia un atto digrandissima responsabilita’ e trovo clamoroso, singolare chein un momento in cui la politica non gode di moltapopolarita’, ci siano file di persone che vanno ad iscriversia un partito. I candidati alla segretaria non hanno alcunaresponsabilita’ in merito a disservizi e anomalie, spesso icandidati non sanno esattamente quello che accade sulterritorio”. Cosi’ Davide Zoggia, responsabile tesseramentodel Pd, a ”Prima di tutto” su Radio 1.

”Dobbiamo intervenire per far si’ che talicomportamnenti, di qualche ras di provincia che vuolemettersi in luce, non gettino ombre su un cammino virtuoso.

Sino a ieri ben 320 mila tesserati del Pd avevano votato,pertanto la decisione della segreteria di ieri va in questadirezione: portarci all’elezione dell’8 dicembre, parlando inqueste settimane dei programmi, delle idee dei singolicandidati e non certo di tesseramenti falsi, fasulli”,aggiunge Zoggia.

”Noi stiamo eleggendo il segretario del partitodemocratico.

Che poi per effetto dello statuto che non e’ stato cambiatonell’assemblea di settembre, sara’ anche il candidatopremier, ce ne saranno altri. Ma un punto deve essere chiaro:non e’ che il primo che passa per strada elegge il segretariodi una forza politica. Poi possiamo ragionare sullemodalita’, suille possibilita’ di allargare la quota deglielettori anche ai non iscritti, ma da che mondo e’ mondo, ilcapo di una organizzazoione viene scelto da coloro che diquella organizzazione fanno parte, e non da qualcuno cheviene a votare per dieci minuti, portato da qualcun altro,che magari non sa nemmeno cosa sta facendo. Mi pare undiscorso abbastanza elementare”, prosegue Zoggia, che sullapossibilita’ di allargare a tutti e quattro i candidati lapresenza alle primarie, come richiesto da Civati e Pittella,Zoggia ha detto: ”C’e’ una regola molto chiara, moltoprecisa, valutera’ la commissione, la segreteria, ilsegretario cosa e’ opportuno fare. In queste ore stiamospiegando a tutti, in particolar modo a Pittella e Civati,che non hanno ancora aderito alla richiesta della segreteria,e’ che e’ nell’interesse di tutti evitare polemiche inutili,dannose. Fra l’altro, ricordiamo che la convenzione con laquale si votera’ la prossima settimana, non ha valore per lascelta del segretario. E’ solo una ”pesatura” dei candidatiall’ interno degli iscritti”.

com/vlm

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su