Header Top
Logo
Domenica 26 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Pd: Renzi, pasticcio tessere ma primarie restino aperte (Repubblica)

colonna Sinistra
Giovedì 7 novembre 2013 - 09:09

Pd: Renzi, pasticcio tessere ma primarie restino aperte (Repubblica)

(ASCA) – Roma, 7 nov – ”Il paradosso e’ che se la prendono con me. Sono stato l’unico a dire: facciamo direttamente le primarie, lasciamo a dopo la partita dei congressi e degli iscritti. Mi ero raccomandato. Ci sono posti dove il Pd non fa il tesseramento da due anni. Volete che non succedonao pasticci?”. Cosi’ il sindaco di Firenze, Matteo Renzi intervistato da La Repubblica sulla vicenda del caos dei tesseramenti nel Pd. ”Sicuramente ci sono situazioni di tesseramento gonfiato, ma non ne so niente. Sarebbe stato meglio intervenire sui singoli casi, piuttosto che sparare nel mucchio – aggiunge -. L’importante e’ che si dica forte e chiaro: l’8 dicembre possono votare tutti, tesserati e non”. ”Continuo a pensare che la legittimazione di un segretario votato da milioni di persone sia superiore a quella di un leader votato da poca gente – continua Renzi -. Se vinco io il mio Pd non sara’ mai un partito autoreferenziale. Ai teorici della tessera faccio notare che stavolta sono andati nei circoli 350 mila iscritti mentre nel 2009 all’ultimo congresso furono 500 mila. Significa il 30% in meno ed e’ un segno importante su cui forse occorre una riflessione. Bersani teorizzava il Pd solido, ma quel Pd e’ evaporato. Quante volte sono stati coinvolti gli iscritti? Quante i sindaci? Nel Pd che abbiamo in testa quando presenteremo delle proposte di lavoro domanderemo attraverso la rete il contributo di imprenditori, dei lavoratori. Sara’ divertente smentire i professionisti della critica”. Sul caso Cancellieri il sindaco di Firenze conclude: ”La vicenda parlamentare e’ chiusa, ma l’atteggiamento del ministro non mi ha convinto per niente”. red-njb

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su