Header Top
Logo
Martedì 28 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Legge stabilita’: Capezzone, se governo aumenta tasse niente ripresa

colonna Sinistra
Martedì 5 novembre 2013 - 13:15

Legge stabilita’: Capezzone, se governo aumenta tasse niente ripresa

(ASCA) – Roma, 5 nov – ”Non solo l’Istat, anche laCommissione europea sembra avere un’opinione ‘leggermentediversa’ da quella del ministro Saccomanni sul nostro Pil.

Come l’Istat, infatti, prevede un calo dell’1,8% quest’anno eun +0,7% nel 2014. Siccome noi facciamo il tifo per l’Italia,ci piacerebbe poter davvero fare il tifo per la stima piu’ottimistica del nostro governo, che prevede per il prossimoanno una ripresa dell’1%, cosa che allo stato appare a dirpoco fantasiosa”. Lo afferma Daniele Capezzone, presidentedella commissione Finanze della Camera.

”Ma proprio perche’ – invece – ci siano le condizioni perdeterminare lo scenario piu’ favorevole, abbiamo tutti ildovere di migliorare la legge di stabilita’ nel senso dialleggerire il carico fiscale su cittadini e imprese e dievitare nuovi aumenti di tasse. Nella direzione opposta vannopurtroppo le parole del commissario europeo Olli Rehn, che incaso di rischio sforamento del tetto del 3% ci suggerisce diattivare le ‘clausole di salvaguardia’, cioe’ in praticachiede piu’ tasse, come purtroppo previsto dal testo dellalegge di stabilita’ predisposto dall’Esecutivo. Come intenderispondere il Governo Letta a ingerenze sempre menotollerabili da parte di Bruxelles? Possibile che questieuroburocrati non capiscano che piu’ tasse vuol dire menocrescita? A quel punto, altro che ripresa…”, concludeCapezzone.

com-ceg

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su