Header Top
Logo
Martedì 23 Maggio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Fnsi: iniziativa nazionale per giornata Stand up for Journalism

colonna Sinistra
Martedì 5 novembre 2013 - 20:04

Fnsi: iniziativa nazionale per giornata Stand up for Journalism

(ASCA) – Roma, 5 nov – ”La Fnsi ha partecipato con unapropria iniziativa nazionale alla giornata dedicata alladignita’ e al valore del giornalismo per la democrazia, perla liberta’ dei cittadini, per il rispetto dei diritti umaniintitolata da Efj/Ifj Stand Up for Journalism”. Lo rendenotola Federazione nazionale della stampa italiana. Nellasede di Roma del Sindacato unitario dei giornalisti italianisi e’ svolto un incontro-dibattito aperto a rappresentanzedei sindacati generali dei lavoratori e ai movimenticulturali della societa’ civile, tra i quali Articolo21,associazione che si distingue per la difesa dell’articolo 21della Costituzione della Repubblicana Italiana che tutela laliberta’ di espressione e di informazione. L’incontro e’ stato condotto dal Segretario Generale dellaFnsi, Franco Siddi, e ha visto inoltre la partecipazione diDaniela Stigliano, membro dello Steering Committee Efj ecomponente della Giunta Esecutiva Fnsi, presente al completoinsieme con i Presidenti delle venti Associazioni Regionaliin cui si articola la vita della Federazione della Stampa. ”I giornalisti non sono criminali, non sono terroristi, sonotestimoni di verita’ e autori di democrazia per i diritti ditutti”. Questa la linea guida della giornata, che ha avutoun significativo successo di partecipazione e di audiencepubblica. ”Sempre piu’ colleghi sono nel mirino delle mafie, deipoteri criminali – ha detto Siddi -. Da oggi parte un mese ditestimonianza dei giornalisti europei per la tutela el’autonomia del lavoro”. Efj, Ifj e Fnsi, con questoobiettivo, stanno inviando a tutte le autorita’ europee unacartolina elettronica con un appello per chiedere ”rispettoper i diritti dei giornalisti a informare i cittadinilealmente”, ”la tutela delle fonti”, ”il blocco degliabusi e delle interferenze di controllo dei servizi diintelligence”, anche alla luce dell’impatto che le pratichedi controllo di massa denunciate con il Datagate stannoavendo sul giornalismo d’inchiesta. Solidarieta’ forte e’ stata espressa ai colleghi del ”Guardian”, inquisiti in Gran Bretagna per aver rivelato lenotizie dello scandalo del ”Grande Fratello” della NSA. Forte e chiaro e’ stato ribadito che i giornalisti nonpossono essere bersaglio dei poteri economici, finanziari,dei poteri oscuri e, ovviamente, delle bande criminali inguerra. A questo proposito sgomento e sdegno e’ statoespresso da tutta la Fnsi e da tutta l’assemblea perl’assassinio dei due giornalisti francesi uccisi in Mali,Ghislaine Dupont e Claudie Verlon. Le battaglie control’impunita’, che troppo spesso copre chi compie questicrimini, deve cessare. L’ONU, secondo le risultanze di Standup for Journalism svolta a Roma, deve introdurre unagiurisdizione internazionale che combatta severamente questicrimini. Con ”altrettanta determinazione, sgomento e la piu’vibrata protesta e’ stata espressa riprovazione per lecondanne di giornalisti turchi al carcere a vita e per altrepene tentative per migliaia di giorni di prigione emessecontro colleghi colpevoli solo di voler fare la professionedi giornalisti”. Questa la notizia ”piu’ grave che rendeevidente il valore dell’affermazione del Sindacato Europeo eInternazionale dei giornalisti che hanno scelto come mottoodierno ‘Giornalisti non terroristi”’. La Fnsi si associaalla battaglia del Sindacato dei Giornalisti della Turchia,della Efj e alle proteste della Ifj perche’ la comunita’internazionale adotti misure severe nei confronti dellaTurchia, che rischia ”un pericoloso scivolamento verso unregime senza ritorno e perche’ quindi le sentenze ingiuste acarico dei giornalisti siano cancellate al piu’ presto”.

com-gbt

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su