Header Top
Logo
Mercoledì 28 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Sardegna: Cirillo, incoerente con linea governo ricomprare isola Budelli

colonna Sinistra
Martedì 29 ottobre 2013 - 16:12

Sardegna: Cirillo, incoerente con linea governo ricomprare isola Budelli

(ASCA) – Roma, 29 ott – Da parte del ministero dell’Ambienteesercitare il diritto di prelazione sull’isola di Budelli,perla dell’arcipelago della Maddalena recentemente acquistatada un privato, sarebbe non solo un problema di risorse ”maanche di coerenza rispetto alla filosofia generale delgoverno che va verso la dismissione dei beni pubblici”. Lo ha detto – a margine di una conferenza stampa tenutaoggi a Roma insieme al presidente della regione Sardegna, UgoCappellacci, e al sindaco de La Maddalena, Angelo Comiti – ilsottosegretario all’Ambiente, Marco Flavio Cirillo, quandostanno per scadere i 90 giorni utili a esercitare il dirittodi prelazione dopo l’acquisizione dell’isola da parte di unprivato neozelandese, per poco meno di 3 milioni di euro.

Ciononostante ”non sara’ toccato un granello di sabbia”,ha assicurato il presidente della giunta sarda, Cappellacci.

”Se avessi 3 milioni di euro disponibili – ha aggiunto -vorrei investirili per riqualificare l’ambiente e rafforzarei vincoli, non per mettere in un cassetto un certificato diproprieta”’. Cosi’, lo stesso sindaco dell’arcipelago, Comiti, hasottolineato che ”se il ministero dell’Ambiente investisse 3milioni per esercitare il diritto di prelazione lo trovereiscandaloso alla luce delle molte altre emergenze cherichiedono interventi: se risorse ci sono non servono persostituirci a un privato, ma per risolvere altri problemicome quello della discarica di Sasso Rosso alla Maddalena”.

Comiti ha poi evidenziato che il neo propretario diBudelli ”ha comprato un patrimonio mondiale, ma anche divincoli” e come sull’intero arcipelago vi siano ”fortezzeed edifici militari, dal potenziale enorme se riqualificati,in mano pubblica e quasi completamente distrutti: serve unaccordo tra istituzioni e privati per catturare risorse daquest’ultimi, non importa a chi appartengono le cose, cio’che importa sono le regole che tutti sono tenuti a rispettaresu quei beni”, ha concluso il sindaco. Non prima diricordare che ”i principali guardiani dell’isola di Budellisono i maddalenini: se quelle isole sono quasi interamentevergini, salvo qualche insediamento abitativo, e’ anche esoprattutto per volere degli abitanti della Maddalena”.

stt/gc

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su