Header Top
Logo
Martedì 21 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Agricoltura: De Girolamo, eccellenze siano esempio per politica e Paese

colonna Sinistra
Martedì 29 ottobre 2013 - 14:58

Agricoltura: De Girolamo, eccellenze siano esempio per politica e Paese

(ASCA) – Roma, 29 ott – ”Dobbiamo fare della storia recentedel vino italiano una parabola per il Paese e per lapolitica. Siamo partiti dallo scandalo del metanolo, che ciha fatto toccare il punto piu’ basso con danni gravissimi siain termini economici che di immagine, ma siamo riusciti aribaltare il dato, a capovolgere la situazione sino a fardiventare il vino una eccellenza assoluta del Made inItaly”. Lo ha detto il ministro delle politiche agricolealimentari e forestali, Nunzia De Girolamo, intervenendo allaconferenza stampa di presentazione della prima edizione dell”Atlante dei territori del vino italiano’, che si e’ tenuta aRoma.

”Sono certa – ha spiegato il ministro – che questoAtlante avra’ un grande successo. Si tratta di un lavorostraordinario, utile anche in vista dell’Expo 2015. Quandoparliamo di vino non possiamo non fare riferimento allapassione e all’apporto umano dei nostri agricoltori che,anche in momenti difficili, hanno saputo tenere la schienadritta. Noi dobbiamo aiutarli a svolgere al meglio il lorolavoro, utilizzando correttamente le risorse dell’Ocm vino epuntando alla semplificazione delle norme. Non e’ possibile -ha aggiunto De Girolamo – che i nostri produttori debbanosottrarre preziose ore al loro lavoro per occuparsi diquestioni burocratiche. Un altro grande tema da affrontare e’quello dell’internazionalizzazione: il nostro vino e’ piu’buono di quello francese, ne sono convinta. Loro sono statipiu’ bravi dal punto di vista commerciale ed e’ quello il gapche dovremo colmare, entrando nei mercati in cui siamo pocopresenti”.

”Il nostro – ha proseguito De Girolamo – e’ un territoriostraordinario, e’ la nostra vera forza. Puntando sulla terrapossiamo trovare le vie di uscita dalla crisi, che ancorac’e’ e ancora morde. Guardiamo sotto i nostri piedi, e’ li’il vero tesoro. Dovremmo introdurre una nuova norma, quelladella ”consapevolezza’, ricordandoci sempre di come siamobravi a coniugare le nostre capacita’ con le materie primeche abbiamo a disposizione e il legame che queste hanno con iterritori. Se, insieme a questo, ci renderemo contodell’importanza di fare squadra potremo davvero dare ungrande contributo allo sviluppo del nostro Paese”.

red/gc

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su