Header Top
Logo
Sabato 24 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Giustizia: Anm, clima avvelenato ha favorito proposte riforma punitive

colonna Sinistra
Venerdì 25 ottobre 2013 - 13:03

Giustizia: Anm, clima avvelenato ha favorito proposte riforma punitive

(ASCA) – Roma, 25 ott – I rapporti tra politica emagistratura ”oltre ad avere avvelenato la vita del nostroPaese” hanno ”condizionato negativamente le iniziative diriforma legislativa” della giustizia, con proposte ”conscopo punitivo” che ”mirano strumentalmente a riformare imagistrati piuttosto che migliorare la giustizia”. Loafferma il presidente dell’Anm, Rodolfo Sabelli nel suointervento introduttivo al XXXI congresso nazionaledell’associazione.

Quanto ai rapporti tra politica e magistratura, harimarcato Sabelli, ”proseguono provocazioni e attacchiverbali, legati a singole vicende giudiziarie, accompagantida campagne giornalistiche offensive e intimidatorie, in uncliche’ che evoca un pericoloso clima di scontro che lamagistratura rifiuta e al quale oppone l’irrinunciabilenecessita’ del recupero urgente di una condivisaresponsabilita’ istituzionale, nel segno del rispetto perl’indipendenza e l’autonomia della giurisdizione, dellasalvaguardia del bene comune e del rifiuto di particolarismi,pregiudizi e faziosita”’.

Quanto alle iniziative di riforma legislativa dellagiustizia, questo clima avvelenato ha, sempre secondo ilpresidente dell’Anm, ”ostacolato quelle necessarie arestituire al processo qualita’ ed efficienza, e stimolatod’altro canto proposte che periodicamente si affacciano conscopo punitivo neanche troppo dissimulato che miranostrumentalmente a riformare i magistrati piuttosto che amigliorare la giustizia: riduzione delle competenze del Csm,separazione delle carriere, alterazione dell’equilibrio deirapporti tra publico ministero e polizia giudiziaria eeliminazione del principio di obbligatorieta’ dell’azionepenale, per limitarmi a qualche esempio. Ulteriore prova -conclude – e’ offerta dal ddl approvato dalla sola Cameranegli ultimi mesi della XVI legislatura che mirava ariformare la responsbilita’ dei magistrati con l’introduzionedi un’azione diretta, che non avrebbe uguali nel mondooccientale”.

njb

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su