Header Top
Logo
Martedì 21 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Ue: TDM, curarsi oltre confine’? In Italia primo ostacolo la burocrazia

colonna Sinistra
Giovedì 24 ottobre 2013 - 11:01

Ue: TDM, curarsi oltre confine’? In Italia primo ostacolo la burocrazia

(ASCA) – Roma, 24 ott – Curarsi oltre confine: dalle segnalazioni giunte al PIT salute di Cittadinanzattiva, nel corso del 2012, il Tribunale per i diritti del malato ha ricevuto 269 segnalazioni sul tema delle cure all’estero. Oltre un terzo dei cittadini (36%) ha lamentato la mancata o ritardata autorizzazione da parte dell’Asl di residenza; un altro 27% segnala eccessiva burocrazia o la carenza di informazioni sulle procedure da seguire; il 23% il rifiuto all’autorizzazione; il 13% problemi relativi al rimborso delle spese. I dati sono stati diffusi oggi nel corso dell’incontro dedicato alla Direttiva Ue sulle cure transfrontaliere che entra in vigore il 25 ottobre prossimo in tutta l’Unione. I cittadini italiani, in alcuni casi, hanno dovuto accedere a prestiti e finanziamenti per poter anticipare le spese di viaggi o far fronte al ritardo nel rimborso. E gli aspetti legati al costo delle cure all’estero, non sembrano ”sanati” dalla nuova Direttiva: anzi, denuncia il TDM, il timore che gli ostacoli si spostino dal versante amministrativo-burocratico a quello economico appare realistico. Sempre dalle segnalazioni, emerge che il 35% dei cittadini va all’estero per effettuare interventi chirurgici di alta specializzazione; il 29% per accedere a terapie innovative; il 18% per avere diagnosi certa; il 13% per effettuare visite specialistiche; il 5% per sottoporsi ad un trapianto. Le cure all’estero sono richieste piu’ frequentemente da pazienti con patologie oncologiche (32% dei casi giunti al Tdm); con patologie neurologiche (30%), con malattie rare (17%), con problemi cardiologici (13%) o di natura ortopedica (8%). red/mpd/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su