Header Top
Logo
Venerdì 23 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Legge stabilita’: Fassino, positiva. Governo mantenga impegni su Imu

colonna Sinistra
Mercoledì 23 ottobre 2013 - 10:44

Legge stabilita’: Fassino, positiva. Governo mantenga impegni su Imu

(ASCA) – Roma, 23 ott – Il sindaco di Torino e presidentedell’Anci, Piero Fassino, valuta positivamente la Legge distabilita’ varata dal governo, ma chiede il mantenimentodelle promesse relative al nodo della seconda rata Imu e sidice pronto a chiedere, se necessario, l’innalzamentodell’intervento compensativo dei mancati proventi per icomuni derivanti dalla nuova service tax, fissato in 1miliardo nell’attuale versione della Legge di stabilita’. ”Noi valutiamo positivamente la Legge di stabilita’,perche’ rappresenta una prima inversione di tendenza, dopoanni in cui tutte le manovre del governo erano di tagli etasse. Per la prima volta la manovra non prevede solo tagli etasse, ma tende a rimettere in moto l’economia del Paese, erappresenta una inversione di tendenza nel rapporto traComuni e Stato”, ha detto il presidente dell’Anci allatrasmissione ‘Prima di tutto’ su Rai radio 1.

Sul nodo della seconda rata Imu ”noi chiederemo algoverno di mantenere quello che ha sempre dichiarato e cioe’che il superamento dell’Imu non sarebbe stato fatto pagare aicomuni”, ha detto Fassino. ”Ai comuni – ha aggiunto – laprima rata e’ gia’ stata pagata, aspettiamo in questesettimane la seconda. Intanto per il 2014 ci sono due segnalimolto positivi: un allentamento del patto di stabilita’, coni comuni che avranno 1 miliardo per fare investimenti, chefinora erano bloccati; in secondo luogo, l’impegno delgoverno a non fare piu’ tagli nei trasferimenti ai comuni”.

Il presidente dei sindaci italiani ha quindi evidenziatoche ”la cosa su cui rimane aperta la discussione col governoe’ la service tax che va fatta in modo da garantire che icontribuenti paghino meno della somma delle tasse precedenti,ma al tempo stesso che i comuni non perdano il gettitocorrispondente: serve quindi un intervento compensativo delgoverno. Nella legge di stabilita’ questo intervento e’previsto per 1 miliardo di euro, bisognera’ vedere se e’ unacifra sufficiente. Qualora non lo fosse, chiederemo in sededi conversione in Parlamento che questa cifra venga alzata”,ha concluso Fassino.

com-stt/sam/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su