Header Top
Logo
Venerdì 23 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Scelta civica: Olivero, non andremo con Pdl. Monti e Mauro fondamentali

colonna Sinistra
Venerdì 18 ottobre 2013 - 17:25

Scelta civica: Olivero, non andremo con Pdl. Monti e Mauro fondamentali

(ASCA) – Roma, 18 ott – ”Le dimissioni del presidente Montisono, per chi ha cofondato con lui Scelta Civica, motivo diamarezza e di preoccupazione. In queste ore moltissime vocisi rincorrono e descrivono, con parecchie e volutecontraddizioni: un movimento che non ha piu’ una direzione,che non sa darsi una strategia, in cui si consumanotradimenti. Una rappresentazione fuorviante, cosi’ come e’fuorviante la tesi secondo la quale l’approdo finale diScelta Civica sia l’orbita del Pdl. Noi non confluiremo nelPdl ne’ ci faremo attrarre dalla sua orbita”. E’ quantodichiara in una nota Andrea Olivero, co-fondatore e membrodel Comitato di presidenza di Scelta Civica.

”Abbiamo scelto di appoggiare il governo di Enrico Lettae lo faremo con serieta’ e rigore – scrive ancora Olivero inuna nota – siamo per le larghe intese ma non per questosentiamo il fascino del partito di Silvio Berlusconi, cheoltretutto da molte settimane e’ il primo nemico del governo,che ha tentato in ogni modo di far cadere”.

Quindi prosegue: ”Sbagliano quegli amici, come IlariaBorletti Buitoni, a ritenere le attuali discussioni aproposito della legge di stabilita’ frutto di intenzionalifraintendimenti o di preterintenzionali manipolazioni. Ilministro Mario Mauro e’ stato sempre in prima fila laddove sidelineavano scelte strategiche e non ha mai fatto mancare ilsuo supporto. Non ci sono come ho detto traditori ne’tradimenti in corso. Ci sono valutazioni in parte differentiche tutte hanno lo scopo di salvaguardare SC come movimentoautonomo, riformatore e autenticamente innovatore”.

”Per il progetto di costruire il primo partito postideologico, cosi’ alto e importante, il contributo di MarioMonti e’ fondamentale. E’ stato lui a dire all’Italia nei dueanni passati che cambiare e’ possibile e a dimostrare, pur incondizioni quasi impossibili, che il Paese si puo’ riformare.

Nessuno, ne sono sicuro, vuole oggi in SC tradirlo oallontanarlo e se la contesa tra le diverse fazioni ha datoadito a tale interpretazione dobbiamo unitamentesconfessarla. Abbiamo tutti bisogno della sua saggezza”,conclude Olivero.

com-sgr/mau/bra

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su