Header Top
Logo
Sabato 24 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Pd: Prodi, errore politico non aver fatto mio partito nel 2005

colonna Sinistra
Giovedì 17 ottobre 2013 - 09:19

Pd: Prodi, errore politico non aver fatto mio partito nel 2005

(ASCA) – Roma, 17 ott – ”L’errore politico che rimproveronella mia vita e’ di non aver fatto un partito dopo la nottedelle primarie del 2005. Non l’ho fatto perche’ volevo uniree non dividere”. A dirlo e’ Romano Prodi, in un libro – dicui oggi L’Unita’ pubblica alcune anticipazioni – di MarcoDamilano, ‘Chi ha sbagliato piu’ forte’, dedicato allavicenda del centrosinistra in questi vent’anni.

Prodi ripercorre con amarezza la storia dell’Ulivo.

”Quando la cosa ha cominciato a marciare -spiega l’expremier- i partiti misero le mani avanti sostenendo che senzala loro capillare organizzazione non ci sarebbe statapossibilita’ di vittoria. Nelle riunioni iniziali, talvoltasenza ostilita’, si chiariva continuamente che io ero unmandatario dei partiti. La destra diceva che io ero lamaschera di D’Alema, in quanto egli rappresentava la partepiu’ forte della tradizione dei partiti. Ogni volta che si e’presentata una novita’ nella politica italiana per i partitil’opzione piu’ comoda e’ stata dire: la forza pero’ e’nostra”.

Un atteggiamento che secondo Prodi non e’ mai venuto meno:”Questo spiega, ad esempio, la difesa di fondo delPorcellum, mantenuto in vita perche’, pur essendoindifendibile, ha il grande vantaggio di garantire lafedelta’ degli eletti, un sistema molto buono per un leader,se non avesse il difetto di fargli perdere le elezioni… E’il grande errore che si e’ perpetrato in tutti questi anni,una mentalita’ che ripete: rimanga il partito, perdano tutticoloro che cercano vie nuove. Meglio perdere le elezioni cheperdere il partito. Pareggiarle e’ ancora meglio”, aggiungel’ex premier.

red-ceg

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su