Header Top
Logo
Giovedì 29 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Diffamazione: Farina (Sel), no a legge di larghe intese e mezze misure

colonna Sinistra
Giovedì 17 ottobre 2013 - 16:35

Diffamazione: Farina (Sel), no a legge di larghe intese e mezze misure

(ASCA) – Roma, 17 ott – ”Il gruppo di Sinistra EcologiaLiberta’ ha votato contro il disegno di legge sulladiffamazione, legge di larghe intese ma di mezze misure, perle lacune che contiene e che testimonia il ritardostraordinario con cui questo Parlamento interviene su unamateria che e’ straordinariamente cambiata”. Lo afferma ilcapogruppo di Sel in Commissione Giustizia, Daniele Farina,parlando alla Camera in dichiarazione di voto.

”Abbiamo voluto segnalare con il nostro no il fatto cheoggi non siamo soltanto di fronte al deterrente straordinarioper quella liberta’ di informazione che e’ rappresentato dalcarcere – aggiunge Farina – ma che a fianco ve ne sono altrimolto piu’ diffusi e paurosi per chi si accinge o chi svolgela professione giornalistica o dell’informazione ingenerale”. Quindi prosegue: ”Sel dedica questo voto contrario aEster Castano, che ha sollevato la vicenda del comune diSedriano, e’ stata diffidata e querelata dal sindaco di quelcomune che poi e’ stato sciolto per mafia, e alle migliaia ditanti altri giornalisti, agli articoli che per fortunacontinuiamo a vedere, ma anche a quelli che ‘temo tantissimi,temo troppi, che in virtu’ delle lacune che questa leggecontiene, non vedremo e non abbiamo visto”’.

”Abbiamo provato a migliorare questo provvedimento -afferma Farina – e abbiamo auspicato che su alcuni punti cio’avvenisse, cosa che non si e’ realizzata. Abbiamo provato adagire per quella che viene definita ‘querela temeraria’,altro grande strumento deterrente, perche’ dentro quellaquerela temeraria che e’ in realta’ una sottofamigliapericolosa, diffusa, che e’ la vera e propria querelaintimidatoria. Ma anche qui niente e quindi il nostro no”.

”La legge appena approvata – conclude – chesostanzialmente tutela poche figure del mondodell’informazione, e’ una legge che venderemoall’informazione come no’ al carcere per i giornalisti, nuovafunzione dell’istituto della rettifica, ma che in realta’ fa,come dire, un servizio a meta’, che dovremo nel tempo tornaredi nuovo a guardare con grande attenzione”.

com-sgr/gbt

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su