Header Top
Logo
Giovedì 30 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Legge stabilita’: Sereni (Pd), la prima senza sacrifici

colonna Sinistra
Mercoledì 16 ottobre 2013 - 13:00

Legge stabilita’: Sereni (Pd), la prima senza sacrifici

(ASCA) – Roma, 16 ott – ”E’ importantissimo che, nonostante le tensioni politiche dei giorni scorsi, il Governo abbia rispettato la scadenza del 15 ottobre e inviato a Bruxelles la nostra Legge di Stabilita’. La leggeremo con attenzione e non faremo mancare l’apporto del Parlamento, non per dare il via al famoso assalto alla diligenza, anche perche’ sulla diligenza non c’e’ molto, ma per eventualmente migliorare la proposta e approfondire aspetti che non sminuiscono il disegno complessivo”. Lo afferma la vice presidente della Camera, Marina Sereni (Pd). ”Ma a un primo sguardo e soprattutto dopo aver letto alcuni editoriali, voglio difendere un provvedimento, il primo dopo tanti anni, che non chiede sacrifici ai cittadini e che, pur non essendo una rivoluzione, mette in campo un taglio del costo del lavoro per dipendenti e imprese, fino a 185 euro all’anno sui salari piu’ bassi, e introduce politiche redistributive recuperando la rivalutazione delle pensioni piu’ basse, e chiedendo un contributo a quelle sopra i 100mila euro”, aggiunge Sereni. ”Il governo Letta ha ascoltando parti sociali ed Enti locali e, senza pretendere applausi, ha proposto cio’ che – nelle condizioni date – era possibile. Se, dopo tanti anni, non leggiamo di tagli alla scuola o alla sanita’ pubblica, se l’unico aumento e’ il bollo sul deposito titoli, se la pressione fiscale complessivamente diminuisce, anche se forse sulle rendite finanziare una riflessione in piu’ si potrebbe fare, credo sia giusto riconoscere che c’e’ un’inversione di tendenza, modesta ma significativa – conclude Sereni – per poter dare stabilita’ e certezze al sistema Italia e all’Europa”. com-ceg

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su