Header Top
Logo
Venerdì 28 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Riforme: Quagliariello, ineludibili e essenziali per stabilita’ Paese

colonna Sinistra
Martedì 15 ottobre 2013 - 10:36

Riforme: Quagliariello, ineludibili e essenziali per stabilita’ Paese

(ASCA) – Roma, 15 ott – Il tema delle riforme istituzionali”e’ ineludibile” specialmente alla luce delle difficolta’che attraversa il nostro Paese rispetto alle altre democrazieoccidentali, alle cui cause ”non e’ estranea la suadebolezza istituzionale”. Lo ha detto il ministro delleRiforme, Gaetano Qugliariello nell’informativa alla Camerasul lavoro della commissione dei saggi sulle riformecostituzionali.

”A differenza di altre grandi democrazie occidentali chenel corso degli anni hanno affrontato profondi processi diriforme, il nostro Paese si e’ trovato privo di strumenti perdecidere, in un quadro internazionale sempre piu’concorrenziale – ha sottolineato Quagliariello -. Lacommissione ha rinvenuto nell’incapacita’ di esprimere nellungo periodo un indirizzo politico stabile e radicato nelconsenso del corpo sociale uno dei principali elementi dicriticita’, direttamente connesso a un processo diindebolimento dei partiti politici”.

”L’incapacita’ di esprimere un quadro politico stabile e’dunque uno dei motivi principali di instabilita’ – haproseguito il ministro -. I partiti, senza i quali un sistemademocratico non e’ concepibile, sono in difficolta’, non sonopiu’ in grado di elaborare strategie di grande respiro. Negliultimi 20 anni si e’ coltivata l’illusione che bastasse unariforma della legge elettorale, spingendo a formule dialternanaza, ma senza nulla incidere sull’efficienza. Con ilrisultato che nella seconda Repubblica i governi durano unpo’ di piu’, ma neanche tanto, ma esprimono una minorecapacita’ esecutiva e di realizzazione che nella primaRepubblica”.

Per Quagliariello dunque solo ”un’adeguata revisionedella seconda parte della Costituzione e’ condizionenecessaria per restituire credibilita’ e autorevolezza alcorpo politico”, per affrontare ”con successo le sfide cheabbiamo davanti e agganziare i segnali di ripresa economicache assai flebili si stanno presentando”. Un fallimentodelle riforme, ha concluso Quagliariello ”produrrebbe nuovainstabilita’ e confermerebbe le anomalie che hanno impeditoal nostro Paese di divenire una democraziadell’alternanza”.

njb

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su