Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Imprese: Tajani presenta a Roma nuovo programma Ue ‘Cosme’ da 2,3 mld

colonna Sinistra
Martedì 15 ottobre 2013 - 13:33

Imprese: Tajani presenta a Roma nuovo programma Ue ‘Cosme’ da 2,3 mld

(ASCA) – Roma, 15 ott – Venerdi’ 18 ottobre, in occasionedella ‘Giornata europea per l’accesso ai finanziamenti’ (EuAccess to Finance Day) Antonio Tajani, vicepresidente dellaCommissione europea, responsabile per l’Industria el’Imprenditoria, presentera’ il ‘Cosme’, il nuovo programmaUe per la competitivita’ e l’innovazione 2014-2020. Presente,tra gli altri, il ministro dello sviluppo economico, FlavioZanonato.

Con un bilancio di 2,3 miliardi, Cosme – spiega una nota -e’ uno strumento di finanziamento che continua in largamisura le attivita’ dell’attuale programma quadro 2007/2013per la competitivita’ e l’innovazione (Cip). Il programma sirivolge a: 1) imprese, soprattutto Pmi, che beneficeranno dicredito e capitali di rischio che altrimenti non sarebberoriuscite a ottenere, 2) aspiranti imprenditori che desideranocreare una propria impresa, 3) pubblica amministrazione, chericevera’ assistenza per elaborare riforme volte almiglioramento del contesto per il business. Oltre a quella di Zanonato, e’ prevista la presenza delvicepresidente della Banca europea per gli investimenti(Bei), Dario Scannapieco; del vicedirettore generale dellaBanca d’Italia, Luigi Federico Signorini; del direttoregenerale dell’Associazione bancaria, Giovanni Sabatini; delvicepresidente di Confindustria, Aurelio Regina; deldirettore generale del Fondo europeo per gli investimenti,Richard Pelly; del presidente dell’Ente nazionale per ilMicrocredito, Mario Baccini. La discussione sara’ moderata daAlberto Orioli, vicedirettore de il Sole 24 Ore. Nel suo intervento, Tajani chiedera’ una rapida edefficacia attuazione di Cosme, invitando le istituzionifinanziarie locali a diventarne partner. Alla vigiliadell’iniziativa, il vicepresidente Tajani ha dichiarato: ”Larestrizione del credito rappresenta il principale ostacoloper la ripresa, specie in paesi, come l’Italia, con un altonumero di Pmi che piu’ soffrono per la mancanza difinanziamenti. L’Europa e’ in prima linea per scioglierequesto nodo, con piu’ investimenti dai fondi Ue, in sinergiacon la Bei e, per un’applicazione meno rigida di BasileaIII”.

com-stt/cam/bra

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su