Header Top
Logo
Venerdì 23 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Riforme: Quagliariello, ascoltare tutti ma no a pretesti

colonna Sinistra
Sabato 12 ottobre 2013 - 15:14

Riforme: Quagliariello, ascoltare tutti ma no a pretesti

(ASCA) – Roma, 12 ott – ”Credo di avere il dovere della piu’grande attenzione e disponibilita’ nei confronti di tutti. Macredo anche di dover dire con altrettanta chiarezza che leargomentazioni effettive saranno piu’ forti se non siriveleranno dei pretesti”. Cosi’ il ministro GaetanoQuagliariello, intervenendo a Cogne al forum italo-francesesulle riforme, ha commentato la manifestazione di oggi.

”L’articolo 138 – ha osservato – in questo caso vienemodificato in modo molto meno incisivo di quanto sia accadutoin passato e di quanto lo stesso Oscar Luigi Scalfaro chiesedi fare nel suo discorso di insediamento. Tra l’altro, laderoga al 138 risponde soprattutto a due ragioni: perriequilibrare il comitato bicamerale in senso piu’proporzionale rispetto alla composizione delle Camere che e’determinata da un forte premio di maggioranza, ed e’ evidenteche cio’ avviene a tutto favore delle attuali opposizioni eminoranze; e per consentire alle minoranze di ricorrere inogni caso al popolo, chiedendo un referendum anche nel casoin cui la riforma in Parlamento raggiunga i due terzi. Questoperche’ la Costituzione e’ di tutti e tutti devono poterintervenire in questo processo con la loro forza parlamentaree la loro forza di mobilitazione. Se questa forza sara’accompagnata da argomenti reali e non da pretesti – haconcluso Quagliariello -, sara’ meglio per tutti”.

com-brm/mar

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su