Header Top
Logo
Mercoledì 28 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Immigrati: Save the Children-Caritas, insieme nuovi spazi ricreativi

colonna Sinistra
Venerdì 11 ottobre 2013 - 12:14

Immigrati: Save the Children-Caritas, insieme nuovi spazi ricreativi

(ASCA) – Roma, 11 ott – Save the Children e Caritas Italianainsieme per dare un concreto sostegno ai bambini sbarcati aLampedusa: all’interno della Casa della Fraternita’ dellaparrocchia di San Gerlando verra’ infatti allestito unospazio a misura di bambino e adolescente dove, a partire dasabato, i minori saranno seguiti da un’equipe professionaledi Save the Children composta da educatori, uno psicologo eun mediatore culturale, che con attivita’ ludico ricreativeli aiuteranno ad elaborare il proprio vissuto e superare itraumi subiti, in base alle procedure dell’organizzazione,consolidate a livello internazionale, e dai volontaricoordinati dalla Caritas.

”I bambini hanno una forte capacita’ di resilienza, mabisogna accompagnarli con attenzione in un percorso direcupero, soprattutto in un contesto in cui sono privati deiluoghi e delle attivita’ che in quanto routinarie,rappresentano delle certezze. Hanno compiuto viaggidurissimi, alcuni di loro hanno perso i propri cari nelnaufragio della scorsa settimana e ora sono costretti avivere in un centro in condizioni disastrose. I nostrioperatori specializzati li affiancheranno in un ambientesereno, facendo loro svolgere attivita’ laboratorialiespressive e di gioco, per aiutarli gradualmente a sentirsial sicuro. Inoltre, grazie al sostegno di Bulgari,distribuiremo beni di prima necessita’.”, ha dichiaratoValerio Neri, Direttore Generale di Save the ChildrenItalia.

”E’ uno dei segni di sostegno e tutela dei piu’bisognosi, frutto di una comunione e collaborazione traorganismi che rende concreta la grande solidarieta’ espressain questa occasione e rende tangibile la carezza del Papaverso i piu’ piccoli. Un modo per rinnovare la vicinanza allacomunita’ locale e a tutti coloro che arrivano suquest’isola, a partire proprio dai bambini” ha commentatodon Francesco Soddu, direttore di Caritas Italiana, che neigiorni scorsi da Lampedusa aveva rilanciato con forza lanecessita’ di un approccio globale al tema dell’immigrazionee dell’asilo, auspicando anche l’apertura di corridoiumanitari.

red/rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su