Header Top
Logo
Sabato 25 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Immigrati: Cuperlo, reato clandestinita’ e’ in conflitto con buonsenso

colonna Sinistra
Giovedì 10 ottobre 2013 - 12:30

Immigrati: Cuperlo, reato clandestinita’ e’ in conflitto con buonsenso

(ASCA) – Roma, 10 ott – ”Credo che se se l’Italia fosse unPaese che ha ancora coscienza di se’, il 3 ottobre 2013dovrebbe rientrare nel calendario civile della nazione comeuna data scolpita nella storia comune, come il 16 marco 1978e il 2 agosto 1980. Il drammatico naufragio di Lampedusa devesegnare uno spartiacque perche’ ha ferito e rotto il sensocivilta’ della nostra comunita”’. Lo ha affermato GianniCuperlo, deputato e candidato alla segreteria del Pd, aCoffee Break su La7. ”L’incapacita’ di farsi carico di tutto cio’ – haproseguito Cuperlo – e’ cominciata quando la politica hasmarrito la centralita’ della persona e della sua dignita’.

Una classe politica degna deve chiedersi se si poteva evitarela tragedia di Lampedusa e avere il coraggio di politiche ingrado di impedire che si ripeta”. ”Il reato di immigrazione clandestina – ha sottolineatoancora Cuperlo – e’ in conflitto con il buonsenso, e’ unostrappo a un principio fondamentale del nostro ordinamentoperche’ riguarda la decisione di perseguire una condizionesoggettiva di un essere umano, invece che un suocomportamento. Si punisce qualcuno non per quello che si e’fatto, ma per quello che si e’ E’ poi una norma che hafallito: dal 2009 la Procura di Agrigento ha dovuto, congrande dispendio di risorse, perseguire migliaia di persone eaprire 511 fascicoli che non hanno avuto seguito. Io credoche sull’eliminazione del reato di clandestinita’ ci sianomolti margini di successo in Parlamento per creare lecondizioni di una maggioranza larga a sostegno dellemodifiche”. ”Ricordiamo che non si tratta di persone che scelgono dipartire – ha concluso Cuperlo – ma di persone che fuggonodalla persecuzione, dai regimi, dalla morte. Non hannoalternativa. Secondo l’alto commissariato per i rifugiatisono 332 mila i rifugiati arrivati finora in Europa, 13 milavia mare sulle coste italiane. Un corridoio umanitariogestito dalle organizzazioni umanitarie per chi e’ rifugiatoe ha diritto di asilo si puo’ fare”. com-ceg/cam/ss

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su