Header Top
Logo
Giovedì 22 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Istruzione: Giovannini e Carrozza, dati Ocse allarmanti. Invertire rotta

colonna Sinistra
Martedì 8 ottobre 2013 - 12:47

Istruzione: Giovannini e Carrozza, dati Ocse allarmanti. Invertire rotta

(ASCA) – Roma, 8 ott – ”I dati dell’Indagine Piaac(Programme for the international assessment of adultcompetencies) dell’Ocse sono allarmanti e impongonoun’inversione di marcia”. Lo scrivono in una nota congiunta il ministro del Lavoro edelle Politiche sociali, Enrico Giovannini, e il ministrodell’Istruzione, dell’Universita’ e della Ricerca, MariaChiara Carrozza, commentando i dati resi noti oggi dall’Ocsesulle competenze alfabetiche e matematiche della popolazioneadulta italiana, che risultano agli ultimissimi posti su unagraduatoria di 24 paesi. In tale quadro, i ministriannunciano l’istituzione di una commissione che in tempibrevissimi dovra’ proporre un pacchetto di misure. ”Desta particolare preoccupazione – proseguono i dueesponenti di governo – la condizione dei cosiddetti Neet,giovani che non studiano ne’ lavorano: l’abbandono precocedei percorsi di formazione rischia di pregiudicare il lorofuturo, i dati Ocse lo dicono chiaramente. Cosi’ come e’evidente che in Italia c’e’ un capitale femminilesottoutilizzato sul piano professionale, uno spreco dirisorse e talenti che il nostro Paese non puo’ piu’permettersi”. Giovannini e Carrozza evidenziano, dunque, come ”consciodella gravita’ della situazione del capitale umanodisponibile nel nostro paese, il governo ha gia’ adottatodiverse misure orientate a potenziare il sistema formativo ea fronteggiare l’emergenza Neet. In particolare – sisottolinea – con il decreto Lavoro dello scorso giugno e ildecreto Scuola approvato a settembre, sono stati stanziaticomplessivamente oltre 560 milioni di euro per il triennio2013-2015. Per identificare ulteriori interventi, e’ statacostituita ‘una commissione di esperti’, annunciano i dueMinistri, che entro 45 giorni dovra’ proporre specifichemisure con obiettivi a brevissimo, breve e medio termine,anche in vista dell’avvio, a gennaio, del ‘Piano GaranziaGiovani’ voluto dall’Europa per favorire l’occupazionegiovanile”, concludono Giovannini e Carrozza.

com-stt/gc

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su