Header Top
Logo
Martedì 21 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Tabacco: proposta modifica direttiva Ue a rischio bocciatura

colonna Sinistra
Giovedì 3 ottobre 2013 - 13:44

Tabacco: proposta modifica direttiva Ue a rischio bocciatura

(ASCA) – Bruxelles, 3 ott – La proposta di modifica delladirettiva europea sul tabacco rischia di essere bocciatadall’Aula del Parlamento europeo, che votera’ ilprovvedimento la settimana prossima in occasione dellasessione plenaria di Strasburgo. Ppe, Eld ed Ecr hannopresentato emendamenti che rispondono alle richiestedell’industria del settore, S&D, Gue e Verdi restano invece asostegno delle proposte di revisione della Commissione Ue.

Saranno dunque i liberali dell’Alde a determinare l’esitofinale, ma le premesse non sono delle migliori. Fu propriol’Alde a sostenere, il mese scorso, la proposta di rinvio delvoto di Ppe ed Ecr, bollata come vittoria delle lobby daglialtri gruppi parlamentari. Le modifiche alla direttivadovevano essere votata nella sessione di Strasburgo disettembre, e invece il voto si terra’ la prossima settimana.

S&D, Verdi e Gue hanno denunciato il cambio di calendariocome il tentativo delle lobby di annacquare il testo. Accuseche sembrano confermate dagli emendamenti di Ppe ed Ecr, dovesi propone di non mettere al bando il commercio dellesigarette ‘slim’ (la Commissione propone lo stop dellevendite), si propongono deroghe al commercio delle sigarettearomatizzate, soprattutto quelle al mentolo, e addirittura -in altri casi – di non prevederne divieti di compra-vendita(la Commissione e’ per lo stop alle vendite anche per lesigarette aromatizzate), e si propone di limitare al 50%della superficie delle confezioni di sigarette e tabacco imessaggi anti-fumo (nella proposta della Commissione e’ il75%). L’Alde, gruppo ritenuto ago della bilancia, suquest’ultimo punto propone un’estensione dei messaggi didissuasione pari al 65% della superficie degli involucri, unasorta di compromesso tra le richieste dell’Ue e quelledell’industria. Ppe ed Eld hanno presentato anche emendamenti- che il gruppo Ecr ha gia’ dichiarato di voler votare -contro le restrizione sull’uso di additivi, e dei treparametri di nicotina, condensato e monossido di carbonio (laCommissione prevede lo stop all’uso di additivi di ognigenere, compresi ammoniaca e polonio, e tetti per le tresostanze solitamente indicate sulle confezioni).

bne/cam

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su