Header Top
Logo
Martedì 21 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Ambiente: Borghi (Pd), via libera a nuovo piano organico difesa suolo

colonna Sinistra
Giovedì 3 ottobre 2013 - 12:54

Ambiente: Borghi (Pd), via libera a nuovo piano organico difesa suolo

(ASCA) – Roma, 3 ott – ”Il voto all’unanimita’ dellacommissione ambiente della Camera, alla presenza del ministroOrlando, alla risoluzione sul dissesto idrogeologico inricordo dell’immane tragedia del Vajont e’ il modo concretocon il quale fare memoria del passato e dare risposte alfuturo”. Lo dice Enrico Borghi, capogruppo del Pd incommissione Ambiente, commentando l’approvazioneall’unanimita’ della risoluzione sul dissesto idrogeologico.

”L’iniziativa assunta dal Partito Democratico – prosegueBorghi -, e poi allargatasi a tutti i gruppi, ha consentitodi approvare un atto che vincola il governo a prevedere nellalegge di stabilita’ stanziamenti pluriennali certi pari adalmeno 500 milioni annui, per la realizzazione da parte delMinistero dell’Ambiente in raccordo con le istituzionilocali, di un piano organico per la difesa del suolo,concepita come vera e propria opera infrastrutturale in gradoanche di attivare lavoro e reddito”.

Per Borghi, ”di particolare riguardo l’impegno aprevedere nel quadro della programmazione dei fondistrutturali 2014/2020, uno specifico obiettivo legato alcambiamento climatico e di prevenzione e gestione dei rischiambientali, riservando adeguati stanziamenti allarealizzazione di tale obiettivo, con particolare riguardoalla mitigazione del rischio idrogeologico e alla messa insicurezza del territorio, dando priorita’ agli interventidiretti a fronteggiare le conseguenze del dissesto deiterritori montani”. ”Da ultimo, abbiamo sottolineato l’esigenza di definiregli strumenti appropriati per garantire un effettivo utilizzodelle risorse stanziate per la realizzazione di questoobiettivo, uscendo dalla stagione fallimentare deicommissariamenti voluta dall’allora ministro Prestigiacomoper entrare in una nuova fase con un nuovo protagonismo delleRegioni e dei Comuni”, ha concluso Borghi.

red/rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su