Header Top
Logo
Mercoledì 29 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Lavoro: Errani a Giovannini, assegnare fondi per ammortizzatori sociali

colonna Sinistra
Giovedì 26 settembre 2013 - 14:00

Lavoro: Errani a Giovannini, assegnare fondi per ammortizzatori sociali

(ASCA) – Roma, 26 set – La Conferenza delle Regioni haespresso oggi preoccupazione per le risorse stanziate dalD.L. 102/2013: ”Si tratta di risorse che purrappresentando un passo in avanti – ha spiegato il presidenteVasco Errani – sono insufficienti a coprire il fabbisognorelativo agli ammortizzatori sociali in deroga per l’anno2013. Oggi invieremo una lettera al Ministro con la propostaper ripartire i 500 milioni stanziati dal decreto, ma – haproseguito Errani – torneremo anche a sollecitare il Governochiedendo di garantire la copertura integrale del fabbisognodell’anno in corso”.

”Siamo fortemente preoccupati – ha aggiunto GianfrancoSimoncini che coordina la materia lavoro nell’ambito della IXCommissione della Conferenza delle Regioni – perche’ ilGoverno non ha ancora formalizzato alle Regioni la propostarelativa ai criteri di accesso (previsti dall’art. 4 del D.L.

54/2013). Chiediamo in ogni caso, come ha sottolineato ilPresidente Errani, l’assegnazione alle Regioni dei 500milioni stanziati che pur essendo insufficienti rispetto alledomande gia’ pervenute possono comunque dare una risposta amigliaia di lavoratori. Quanto alla proposta di ripartorelativa a questi 500 milioni di euro che oggi il PresidenteErrani inviera’ al Ministro Giovannini – ”abbiamo procedutocon senso di responsabilita’ – ha aggiunto Simoncini -riducendo al 60% il peso della spesa storica, dando unmaggiore riconoscimento al numero dei dipendenti nelleregioni. ”Stiamo poi gia’ lavorando – ha preannunciatoSimoncini – anche alla definizione di una proposta di ripartodelle risorse per il 2014, prevedendo di dare un peso minoreal criterio della spesa storica, ma contemporaneamente stiamosottolineando con forza in tutte le sedi che gli stanziamentiprevisti per il prossimo biennio sono insufficienti per farfronte alla richiesta di trattamenti in deroga da parte delleimprese. Bisogna che nella Legge di Stabilita’ siano previsterisorse adeguate al fabbisogno futuro”.

”In realta’ – ha concluso il presidente della Conferenzadelle Regioni, Vasco Errani – l’attuale sistema degliammortizzatori sociali in deroga non e’ piu’ sostenibile eoccorre una riforma di tale sistema in chiaveuniversalistica, anche per garantire una uguale copertura atutti i lavoratori”.

rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su