Header Top
Logo
Giovedì 23 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Ilva: Orlando, Ue aprira’ infrazione. Ma positivo giudizio ruolo governo

colonna Sinistra
Mercoledì 25 settembre 2013 - 20:37

Ilva: Orlando, Ue aprira’ infrazione. Ma positivo giudizio ruolo governo

(ASCA) – Roma, 25 set – Nonostante l’imminente apertura diuna procedura d’infrazione per l’Italia relativa al casoIlva, il commissario Ue all’Ambiente, Janez Potocnik, ”haespresso un giudizio positivo sul percorso intrapreso dalgoverno” relativamente al dossier.

Lo riferisce in una nota il ministro dell’Ambiente, AndreaOrlando, che ha incontrato questa mattina Potocnik a NewYork, negli uffici della rappresentanza dell’Unione europea.

”Nel corso del lungo e cordiale colloquio sono statiaffrontati sia i temi relativi alla futura presidenzaitaliana dell’Unione nel 2014, sia quelli inerenti leprocedure di infrazioni contestate all’Italia in materiaambientale”, informa l’esponente del governo Letta.

In merito al dossier Ilva, Orlano ha ricordato a Potocnikche ”dopo aver verificato come il primo percorso di bonificaintrapreso nel 2012 non avesse dato pieni risultati, perrispondere all’emergenza ambientale di Taranto, il governo hadeciso sin dai primi giorni del suo insediamento di compierela scelta radicale del commissariamento dell’azienda”.

Orlando ha quindi evidenziato al suo interlocutore ”ilcostante impegno del governo per la bonifica dellostabilimento, uno sforzo che, grazie soprattutto al decretodi commissariamento dell’azienda, consentira’ nelle prossimesettimane di elaborare un piano di risanamento destinato adiventare il fulcro dell’azione del Commissario Bondi e delSubcommissario Ronchi”. Orlando ha anche illustrato aPotocnik gli ingenti costi economici di quest’azione dirisanamento.

”Il commissario Potocnik – riferisce Orlando – haascoltato con attenzione i passaggi di questo percorsoinnovativo precisando che la procedura di infrazione chemolto probabilmente si aprira’ domani dovra’ essere lettacome uno stimolo ad andare avanti in un raccordo sempre piu’stretto tra istituzioni italiane e comunitarie per lasoluzione del problema. Potocnik ci ha spiegato che lecontestazioni relative al caso Ilva non si riferisconoall’azione del governo e ci ha confermato il suo giudiziopositivo su un percorso avviato con il decreto dello scorsogiugno”, conclude il ministro dell’Ambiente.

com-stt/sam/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su