Header Top
Logo
Lunedì 20 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Fisco: M5S, abbiamo migliorato delega ma ancora ombre. Scelta astensione

colonna Sinistra
Mercoledì 25 settembre 2013 - 17:11

Fisco: M5S, abbiamo migliorato delega ma ancora ombre. Scelta astensione

(ASCA) – Roma, 25 set – ”Questa delega fiscale ha luci eombre. Quindi ci asteniamo perche’ all’interno di unprovvedimento con molti buchi e diversi aspetti pericolosic’e’ qualche capitolo buono e sono presenti norme chefunzionano, anche grazie al nostro specifico e qualificatocontributo”. Lo dicono i deputati del Movimento 5 Stelle inCommissione Finanze in merito al voto finale sulla delegafiscale dal quale si sono astenuti. ”La parte che riguarda il nuovo catasto potra’ rivelarsiefficace grazie ai decreti delegati – aggiungono -, noiabbiamo ottenuto trasparenza nelle formule statistiche cheverranno utilizzate per la determinazione dei nuovi valori eabbiamo chiesto e ottenuto che il contribuente possapartecipare all’aggiornamento fornendo i dati in suopossesso. E’ importante anche il ricorso allaaerofotogrammetria e alla condivisione dei dati tra catasto eComuni. Senza dimenticare i premi ai sindaci solerti control’abusivismo”.

I deputati proseguono: ”Abbiamo reso piu’ flessibili irapporti tra fisco e contribuente e abbiamo spinto per avereuna tracciabilita’ dei pagamenti senza oneri bancariaggiuntivi. Inoltre abbiamo strappato al governo unadefinizione chiara del concetto di ”autonoma organizzazione’per alleggerire l’Irap su piccole imprese eprofessionisti”.

”Sull’abuso di diritto abbiamo deciso astenerci perche’l’articolo 5, a nostro avviso, concede ancora troppi marginidi manovra alle grandi imprese dedite all’elusione. E cisiamo astenuti sull’articolo 10 – insistono i deputati delMovimento di Beppe Grillo – nonostante la nostra chiaravittoria che ridimensiona l’opzione Equitalia per gli entilocali a soluzione transitoria in attesa che gli enti localisi organizzino in proprio per la riscossione con lo strumentodel ruolo. In prospettiva, abbiamo lavorato anche per ridurreil peso delle partecipate, vigileremo affinche’ questosistema di riscossione sia superato e lotteremo perl’abolizione di Equitalia”. I deputati M5S poi attaccano: ”Ci hanno bocciato misurecome il ‘politometro’ o il divieto della presenza di politicidentro le concessionarie dei giochi. E infatti siamo contrariall’articolo della Delega che riguarda proprio i giochi,soprattutto all’idea di inserire questo tema in una delega.

In ogni caso abbiamo ottenuto importanti risultati e sventatograndi pericoli”. ”Ci siamo battuti per il via libera al divieto di spotper i dispositivi ludici d’azzardo che generano dipendenzacompulsiva – dicono ancora – Abbiamo fatto inserire nuoviparametri per gli ambienti di gioco e abbiamo vinto, tral’altro, sulla pianificazione territoriale delle sale.

Inoltre e’ stata accettata sottoforma di Ordine del giorno lanostra richiesta secondo cui l’Agenzia delle Dogane debbagestire in modo diretto il sistema informatico, senza passareattraverso le concessionarie. In ogni caso, torneremo allacarica su questo punto nel decreto Imu”.

Gli eletti del Movimento concludono: ”La Delega e’ unprovvedimento sistemico e importante. Abbiamo dato uncontributo fattivo e decisivo al suo miglioramento, ma nontutte le nostre proposte sono state considerate conattenzione e serenita’. Ora vigileremo sui decretidelegati”. com-sgr/sam/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su