Header Top
Logo
Sabato 25 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Farmaci: Aifa, nel 2012 spesa a 25,5 mld. Stabili i consumi

colonna Sinistra
Martedì 24 settembre 2013 - 12:15

Farmaci: Aifa, nel 2012 spesa a 25,5 mld. Stabili i consumi

(ASCA) – Roma, 24 set – Nel 2012 la spesa farmaceuticanazionale totale (che comprende i farmaci distribuitiattraverso le farmacie pubbliche e private e quelliacquistati e dispensati dalle strutture sanitarie pubbliche),e’ stata pari a 25,5 miliardi di euro (circa 430 euro procapite), circa il 76% dei quali rimborsati dal ServizioSanitario Nazionale (SSN). Il dato e’ contenuto nel rapportoAifa 2012 che e’ stato presentato questa mattina allapresenza del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. Dalrapporto emerge che la spesa farmaceutica territorialecomplessiva, pubblica e privata, e’ stata pari a 19.389milioni di euro con una riduzione del 5,6% rispetto all’annoprecedente. La spesa farmaceutica territoriale a carico del SSN e’composta dalla spesa per medicinali erogati in regime diassistenza convenzionata a cui si aggiunge la spesa permedicinali erogati in distribuzione diretta e per conto diclasse A. La spesa pubblica e’ risultata pari a 11.823milioni di euro (199,0 euro pro capite) che rappresenta il61% della spesa farmaceutica territoriale. Rispetto al 2011, la spesa ha evidenziato una riduzione del?8%, principalmente dovuta alla flessione del ?10,3% dellaspesa farmaceutica convenzionata netta, mentre e’ risultatasostanzialmente invariata la spesa per medicinali di classe Aerogati in distribuzione diretta e per conto (+0,2%).

La spesa a carico dei cittadini, composta dalla spesa percompartecipazione da parte del cittadino (ticket regionali edifferenza tra il prezzo del medicinale a brevetto scadutoconsegnato al cittadino e il corrispondente prezzo diriferimento), dalla spesa per i medicinali di fascia Aacquistati privatamente e da quella per farmaci di classe C,e’ stata di 7.566 milioni di euro, in riduzione dell’1,5%rispetto al 2011.

Ad influire maggiormente su questa flessione e’ stato ildecremento della spesa a carico dei cittadini per l’acquistodi medicinali di classe C con ricetta medica (-6,5%), inparte compensato dall’incremento della spesa relativa allacompartecipazione a carico del cittadino (+5,2% rispetto al2011), dall’incremento dell’acquisto privato di medicinali difascia A (+0,6%) e dall’incremento della spesa per medicinalidi automedicazione (+0,7%).

La spesa per l’acquisto di medicinali da parte dellestrutture sanitarie pubbliche (ospedali, ASL, IRCCS, ecc.) e’risultata pari a circa 7,9 miliardi di euro (132,9 euro procapite). Questa voce di spesa rappresenta il 31% della spesafarmaceutica totale pubblica e privata nel 2012 e ha fattoregistrare nel corso dell’anno un incremento del +12,6%rispetto al 2011.

Le Regioni in cui sono stati registrati i valori di spesaper i farmaci erogati dalle strutture sanitarie pubblichepiu’ elevati sono Puglia (159,7 euro pro capite), Sardegna(156,0 euro pro capite) e Toscana (155,8 euro pro capite); alcontrario in Valle d’Aosta (101,3 euro pro capite), Lombardia(113,5 euro pro capite) e nella Provincia Autonoma di Trento(113,6 euro pro capite) si rilevano i valori piu’ bassi.

Tutte le Regioni evidenziano un incremento nella spesa, conle maggiori variazioni rispetto al 2011 nei casi di Campania(+20,3%) e Molise (+20,2%).

rus/cam/alf

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su