Header Top
Logo
Martedì 28 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Scuola: Fassino, servono certezze su fondi per messa in sicurezza

colonna Sinistra
Giovedì 19 settembre 2013 - 16:40

Scuola: Fassino, servono certezze su fondi per messa in sicurezza

(ASCA) – Roma, 19 set – ”’Certezze circa i tempi dierogazione dei fondi per la messa in sicurezza degli edificiscolastici”. E’ quanto chiede il Presidente dell’Anci, PieroFassino in una lettera inviata al Ministro per leinfrastrutture e trasporti, Maurizio Lupi. Dopo averricordato che la delibera CIPE n. 32 del 13 maggio 2010”’assegna ai Comuni un fondo per la messa in sicurezza degliedifici scolastici previsti dal Programma straordinariostralcio di interventi urgenti sul patrimonio scolasticofinalizzati alla messa in sicurezza e alla prevenzione eriduzione del rischio connesso alla vulnerabilita’ deglielementi, anche non strutturali, degli edifici scolastici”,Fassino segnala che ”’gli Enti locali, nei tempi indicatidalla delibera e in base al modello di convenzione regolantei rapporti tra Stato ed Ente, si sono impegnati a realizzarele opere per la messa in sicurezza degli edificiscolastici”. ”’La convenzione stipulata dispone, oltre allemodalita’ di accesso al programma, anche la tempistica perl’erogazione delle assegnazioni. I Comuni – spiega -lamentano ritardi nell’erogazione del contributo a fronte dipiani esecutivi per i lavori approvati nel 2011 e, di lavoriterminati nel corso del 2012. Tale ritardo nell’erogazione -rileva Fassino – va ad aggiungersi ad una situazionefinanziaria ai limiti della sostenibilita’ per i Comuni che,oltre alla costante diminuzione dei trasferimenti, devonopartecipare al risanamento della finanza pubblica attraversoil patto di stabilita’ interno che costringe gli Enti araggiungere saldi positivi. Ad oggi – denuncia il presidenteAnci – non si ha contezza dei tempi in cui avverranno irimborsi, se nell’anno in corso o nel successivo, eaddirittura non vi e’ neanche la certezza in meritoall’effettiva erogazione dei medesimi. Pur comprendendo lacomplessita’ della procedura, un’attesa per il pagamento deirimborsi non quantificata ne’ quantificabile non e’accettabile”. Da qui la richiesta di chiarimenti rivolta al Ministro Lupiperche’ ”’tale incertezza ha effetti immediati riguardo ilrispetto del patto di stabilita’ interno. I Comuni – concludeFassino – hanno bisogno di certezze per continuare a dareservizi e sicurezza ai propri cittadini soprattutto in questolungo periodo di crisi economica che il Paese staattraversando”.

red/rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su