Header Top
Logo
Mercoledì 1 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Imu: Rughetti (Pd), Rehn conferma che fondi potevano essere usati meglio

colonna Sinistra
Martedì 17 settembre 2013 - 13:39

Imu: Rughetti (Pd), Rehn conferma che fondi potevano essere usati meglio

(ASCA) – Roma, 17 set – ”Mi sembra che il vice presidenteRehn abbia detto una cosa di buon senso e che pensa lastragrande maggioranza dei parlamentari e dei cittadiniitaliani. Pero’ il governo ha approvato un decreto legge cheha eliminato la prima rata dell’Imu e la maggioranzasosterra’ questa decisione”. E’ quanto ha dichiara AngeloRughetti, deputato del Pd, a margine dei lavori dellaCommissione Bilancio alla Camera dei Deputi, Commissione cheha audito il vicepresidente della Commissione europeastamattina.

”Rehn ha aggiunto – spiega Rughetti – che questa misurava in direzione opposta alla raccomandazione UE ed anchequesto era noto, perche’ in occasione dell’approvazione delDef a maggio la commissione aveva esplicitato la necessita’che l’Imu restasse invariata”.

”Adesso – aggiunge Rughetti – dobbiamo lavorare , perstrutturare un nuovo tributo, la servire tax, per fare inmodo che essa garantisca progressivita’, gettito stabile eautonomia x i comuni. Non penso sia corretto impostare questoragionamento in termini ideologici ma occorre trovaresoluzioni equilibrate ed utili. Pero’ mi sembra che manchi undisegno unitario – prosegue – La domanda e’ quali programmiriteniamo prioritari? Vogliamo abbattere la pressionefiscale? Bene decidiamo dove togliamo le risorse perfinanziare questa riduzione, scegliamo quali tasse abbassaree poi impostiamo un piano con obiettivi e steps perche’ none’ serio e non e’ sufficiente pensare di risolvere questionicosi’ rilevanti con un articolo di un decreto legge. Seimpegnassimo 2 miliardi l’anno ad esempio per ridurre letasse sul lavoro in 5 anni avremmo raggiunto un obiettivomolto rilevante”.

”Usciamo dalla sindrome da emergenza e da conferenzastampa – conclude Rughetti – e lavoriamo seriamente pensandoall’economia reale non hai titoli dei giornali o alleprossime elezioni”.

com-ceg/sam/ss

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su